L’Aquila, Gennaro Capasso nuovo capo della Squadra mobile

Si è insediato da una settimana il nuovo dirigente della Squadra mobile dell’Aquila, Gennaro Capasso, che arriva al posto di Maurilio Grasso, trasferito dopo 4 anni trascorsi nel capoluogo di regione, a Roma per un nuovo incarico.

Pescarese di 48 anni, Capasso ha svolto servizio come vice dirigente della mobile a Brescia fino al 2001. Poi a Teramo ha diretto la squadra Mobile fino a pochi giorni fa. Tra le operazioni memorabili da lui coordinate c’è “Cloning connection” in collaborazione con la polizia postale che ha portato a 71 arresti, e “Alba orientale” con 41 arresti per immigrazione clandestina. Capasso si è presentato ai giornalisti questa mattina, al suo fianco anche il questore, Alfonso Terribile, e il capo di Gabinetto, Alessandro Gini. Un passaggio di consegne in cui sarà garantita – ha spiegato il novo capo della Mobile – “la continuità con il lavoro svolto da Grasso, in particolare sul fronte della criminalità organizzata nell’ambito della ricostruzione e della microcriminalità.

Guarda il servizio del Tg8:

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, Gennaro Capasso nuovo capo della Squadra mobile"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*