Chieti: Thales, lavoratori occupano fabbrica

thales111

Dopo la fumata nera nel tavolo ministeriale a Roma sulla Thales di Chieti, con l’azienda che conferma la chiusura, i lavoratori occupano lo stabilimento teatino.

Si aggrava la vertenza Thales, con l’esito negativo per il futuro dello stabilimento di Chieti emerso dall’ incontro che si è svolto ieri al Ministero dello Sviluppo Economico. La direzione aziendale, davanti ai rappresentanti del Governo, dei sindacati nazionali e territoriali, e del vicepresidente della Regione Giovanni Lolli, ha confermato la decisione di ridimensionare fino alla chiusura l’unità operativa di Chieti Scalo, senza offrire alcuna garanzia. Una doccia fredda per gli oltre 90 lavoratori e per i sindacati, non disponibili a soluzioni di ripiego che determinerebbero uno “spezzatino” tra Chieti e Firenze e che decreterebbero la fine dello stabilimento in Abruzzo. Inoltre, l’azienda, ha annunciato che metterà in vendita lo stabilimento di Chieti Scalo.

“Rimarremo qui a oltranza, passeremo la Pasqua in fabbrica e non demorderemo – spiega Mario Pierdomenico, RSU Thales – per il quale è impensabile il trasferimento dei lavoratori da Chieti a Firenze e la fine, quindi, dello stabilimento di Chieti Scalo”.

A lui fa eco il vice presidente della Regione, Giovanni Lolli, che stamani ha incontrato i lavoratori fuori dalla fabbrica teatina e assicura l’impegno della Regione affinché si trovino soluzioni per gli oltre 90 dipendenti.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Chieti: Thales, lavoratori occupano fabbrica"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*