Secinaro: ci sono anche i militari del Nono Reggimento

Sopralluogo a Secinaro anche del presidente della Regione Luciano D’Alfonso,appena uscito dal Com di Sulmona per una riunione per fare il punto sull’emergenza.

“Sono in azione 4 Canadair e due elicotteri (uno della Regione e uno dei vigili) e il grande bombardiere d’acqua. Tutti insieme riescono a scaricare ogni giorno da 600mila litri di acqua a un milione di litri di acqua a seconda della composizione, della ventosità”, ha detto D’Alfonso.

Due i Canadair francesi in azione da ieri mattina tra Morrone e Secinaro, mentre è previsto l’arrivo dei militari del Nono Reggimento dell’Aquila. Ma la guerra contro l’incendio è inarrestabile. Sono quattro le linee di fuoco: il fronte di Bagnaturo che minaccia Rocca Casale, quello che ha colpito il Morrone e Pacentro, le fiamme di Secinaro che potrebbero attaccare Tione degli Abruzzi e punti di fumo sono attivi a Tagliacozzo.

Lotta ai piromani anche attraverso l’elaborazione di una mappa aggiornata dei sentieri battuti di accesso alle montagne che sono bersaglio degli incendi, a volerla è stata la Prefettura dell’Aquila che ieri mattina ha avviato una ricognizione. L’obiettivo è dissuadere i piromani e individuare i responsabili degli incendi che stanno devastando la Provincia dell’Aquila.

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "Secinaro: ci sono anche i militari del Nono Reggimento"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*