Profugo ferito, restano in carcere a L’Aquila i due indagati

tribunale-laquila11

Restano in carcere Serafino Di Lorenzo e Nicola Spagnoletti, che avrebbero aggredito un giovane profugo del Gambia in un centro di accoglienza di L’Aquila.

I due avrebbero ferito il giovane dopo avere fatto irruzione nei locali del centro di accoglienza di corso Ovidio. Il ferimento era avvenuto il 12 giugno. La decisione di lasciarli in carcere è stata presa dal giudice Daniele Sodani, che ieri aveva interrogato in carcere i due indagati, assistiti dagli avvocati Alberto Paolini e Simona Fusco. Secondo il giudice ci sarebbero fondati motivi di colpevolezza a loro carico; inoltre i due, per la loro indole, potrebbero reiterare il reato e quindi i due restano in carcere. L’avvocato Paolini ha annunciato che domani stesso farà ricorso per il suo assistito al Tribunale del riesame dell’Aquila.

Sii il primo a commentare su "Profugo ferito, restano in carcere a L’Aquila i due indagati"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*