Città cinese in quarantena blocca anche studente abruzzese

C’è anche uno studente abruzzese tra le persone bloccate a Wuhan, la città della Cina dalla quale è partito il primo allarme per il Coronavirus. Tutta la città è finita in quarantena, impossibile entrare o uscire.

Lo studente abruzzese ha raccontato la sua disavventura su Twitter, pubblicando anche diversi video. Il focolaio principale del Coronavirus sarebbe scaturito proprio da Wuhan, espandendosi poi in altre località. Le misure di prevenzione sono già scattate in tutto il mondo, anche in Abruzzo sono state distribuite informazioni ai medici di base. Lo studente bloccato a Wuhan è Lorenzo Di Berardino, 22 anni, orioginario della provincia di Pescara. Il giovane, iscritto al quarto anno di Giurisprudenza, si trova in Cina per un semestre di studio. La date del suo rientro in Italia è prevista per questi giorni, ma sembra che al momento non possa ancora lasciare la città. Wuhan è una delle metropoli cinesi, con ben 11 milioni di abitanti. Dai racconti sui social sembra che i cittadini abbiano già preso d’assalto le scorte alimentari dei supermercati e che le strade siano deserte.

#Wuhan totalmente bloccata, non si entra e non si esce. Indovinate chi si trova esattamente lì in questo momento è aveva il volo di ritorno tra 4 giorni? Spoiler: Io. Le informazioni – scrive lo stesso Di Berardino – vengono rilasciate dal governo Cinese e, personalmente, mi vengono comunicate dal personale universitario tramite WeChat, che in Cina viene utilizzato letteralmente per qualsiasi cosa”.

 

Sii il primo a commentare su "Città cinese in quarantena blocca anche studente abruzzese"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*