Chieti, in 5 in due stanze: “Aiutateci, siamo disperati”

L’appello che ci è giunto è del signor Aurelio che abita nelle palazzine popolari del comune di Chieti di via delle Acacie: “Siamo in 5 in due stanze, con i tubi rotti del bagno da tre giorni e senz’acqua.”

Aurelio, cardiopatico, ha subito 15 operazioni e vive con la pensione di invalidità di 600 euro. Anche la moglie e i due figli, maggiorenni, non lavorano. Dormono in due stanze nella abitazione di via delle Acacie 3: in una Aurelio e la moglie, in un’altra il figlio, la figlia e la cognata che ha perso il marito ed è rimasta a vivere con loro. Aurelio si rivolge al Comune di Chieti a cui si è rivolto senza riuscire ad avere un intervento per tubi rotti nel bagno e la mancanza di acqua. “La nostra casa si è allagata per il guasto, viviamo in condizioni estreme, siamo disperati. Almeno il Comune venga a riparare la rottura dei tubi.”

 

Sii il primo a commentare su "Chieti, in 5 in due stanze: “Aiutateci, siamo disperati”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*