Teramo, domani in piazza per l’acqua bene comune

Domani è il grande giorno dedicato all’acqua bene comune: i manifestanti si danno appuntamento a Teramo, alle ore 15.00 ai Tigli.

All’appuntamento, promosso dall’Osservatorio Indipendente sull’Acqua del Gran Sasso, hanno aderito associazioni, comitati, movimenti, forze sindacali, sociali e politiche. La delegazione di Sinistra Italiana, si legge nella nota inviata alla redazione, sarà guidata dall’onorevole Paglia.

“Sabato 11 novembre – scrive SI – la città di Teramo e tutto il territorio provinciale torneranno protagonisti del dibattito pubblico regionale e nazionale con una grande manifestazione. La piattaforma del corteo rivendica le tante battaglie condotte negli anni a difesa dell’acquifero del Gran Sasso, a partire dalla storica lotta contro il terzo traforo, vinta con il coinvolgimento delle istituzioni e della politica ma soprattutto grazie alla mobilitazione popolare e della società civile. Per essere all’altezza delle sfide già affrontate e vinte negli anni scorsi abbiamo tutte e tutti bisogno di una straordinaria partecipazione di popolo, di un corteo grande, colorato e determinato nel chiedere trasparenza, efficacia dei controlli e messa in sicurezza di quello che trai beni comuni è il più prezioso. Le federazioni regionale e teramana di Sinistra Italiana hanno fin dal primo momento aderito con convinzione alla manifestazione e lavorato al fianco dell’Osservatorio, nel rispetto delle reciproche autonomie d’azione, a partire da quell’interpellanza urgente che fu presentata in tempi rapidissimi dalla nostra deputata Serena Pellegrino (vice-presidente della Commissione Ambiente alla Camera) sulla non-potabilità dell’acqua a maggio di quest’anno. Un’azione parlamentare che, tra le altre cose, aggiunse un pezzo importante di verità sul merito delle scelte commissariali di Balducci e dei famosi 84 milioni di euro per la messa in sicurezza. Con la stessa determinazione ci siamo mossi sul recente caso dell’esperimento SOX che ha svelato i tanti limiti circa l’azione della Regione Abruzzo e dell’ormai noto protocollo di sicurezza degli Enti che non ha funzionato nella messa in rete di informazioni e decisioni, tant’è che ad oggi nonostante la richiesta di sospensione dell’esperimento specifico non vi sono stati passi indietro. Crediamo che la presenza e l’adesione degli attori istituzionali sia positiva e che esprima tutto il carattere inclusivo e aperto della manifestazione, allo stesso tempo riteniamo importante mantenere alta l’attenzione sul dopo 11 novembre, perché il popolo che sfilerà per le strade di Teramo necessita di risposte vere e concrete e non più di promesse e attendismi. Sinistra Italiana Abruzzo e Federazione di Teramo parteciperanno con una delegazione composta tra gli altri dall’onorevole Giovanni Paglia (deputato, membro della Commissione Finanze), Daniele Licheri (segretario regionale) e Stefano Ciccantelli (segretario provinciale) ed invita tutti gli amministratori, quadri territoriali, le militanti e i militanti a partecipare numerosi”.

INTANTO I LABORATORI RIBADISCONO: “SICUREZZA E COLLABORAZIONE”

I Laboratori Nazionali del Gran Sasso ribadiscono la sicurezza delle attivita’ previste per il progetto SOX (il trasferimento di un generatore di neutrini), sia nella sua fase di trasporto e allestimento, sia nella sua fase di impiego scientifico: sicurezza confermata dalle autorizzazioni rilasciate dagli organi competenti e previste dall’iter completo delle procedure di approvazione. Tuttavia, a seguito dell’incontro del tavolo tecnico che si e’ tenuto il 3 novembre scorso nella sede della Regione Abruzzo, i Laboratori – si legge in una nota – confermano la loro piena disponibilita’ a compiere tutti i passi aggiuntivi che possano rassicurare le istituzioni e la popolazione sull’assenza di rischi per le persone e per l’ambiente. I Laboratori confermano anche la propria disponibilita’ a fornire al tavolo tecnico la documentazione prodotta ai fini dell’approvazione da parte delle istituzioni competenti, e le eventuali ulteriori informazioni richieste. Per procedere rimangono dunque in attesa che vengano loro comunicati gli ulteriori passi richiesti da parte del tavolo tecnico.

IL SERVIZIO DEL TG8:

 

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Teramo, domani in piazza per l’acqua bene comune"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*