Pescara, Coulibaly e i giovani campioni di fair play

Il giocatore del Pescara Mamadou Coulibaly ospite d’onore della scuola di via Scarfoglio, dove ha incontrato i “Campioni di fair play” della IV A della scuola Di Resta, vincitrice del progetto promosso dal Governo e dal Coni.

Nel suo paese, il Senegal, il papà era professore di educazione fisica, sarà per questo che desiderava tanto un figlio calciatore, e lui, Mamadou Coulibaly, lo ha accontentato.  Prima del pallone però Mamadou ha dovuto prendere a calci la normalità, quella vita semplice che non dovrebbe costringerti a lasciare il tuo paese a bordo di in barcone per inseguire un sogno. Coulibaly, dopo tanti viaggi in Europa, alla fine è arrivato a Roseto degli Abruzzi, prima in strada, poi ospite di una casa-famiglia. Non aveva niente, nemmeno i documenti. All’inizio della stagione 2016-2017 viene aggregato alla rosa del Pescara, con cui si allena fino al compimento dei 18 anni; nel febbraio 2017 è ufficialmente tesserato dal club abruzzese. Acquistato dall’Udinese, contratto di cinque anni, resta in prestito al Pescara per una stagione. La sua è una storia avventurosa e positiva, una storia da raccontare anche per il significato intrinseco legato ai valori dell’integrazione. Oggi, a Pescara, Coulibaly ha incontrato gli studenti dell’istituto comprensivo Pescara 6 e le scuole vincitrici della campagna educativa “Campioni di fair play”, realizzata nell’ambito del progetto Sport e integrazione.

IL SERVIZIO DEL TG8:

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Pescara, Coulibaly e i giovani campioni di fair play"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*