Spoltore, ucciso il cane del quartiere

La sezione della Lega nazionale del cane di Spoltore denuncia un grave episodio di animalicidio. Il cane di quartiere sarebbe stato strangolato e gettato in una busta.

Il cane, che tutti chiamavano Junior, era accudito da tempo dagli abitanti della zona, un quartiere al confine tra Pescara e Spoltore.

“I residenti – si legge nel comunicato della Lega – facevano i turni per dargli cibo, acqua e tutto ciò di cui aveva bisogno e lui ricambiava con affetto, giocando con i bambini e convivendo pacificamente con i gatti della zona. Le persone che si sono occupate di lui per anni lo hanno trovato morto in una busta di plastica, apparentemente strangolato o ucciso per impiccagione”.

L’episodio è stato segnalato ai carabinieri, ed è stata anche disposta l’autopsia che potrebbe confermare la morte per strangolamento. La Lega ha quindi lanciato un appello a “chiunque abbia altre informazioni utili” per risalire all’autore dell’uccisione.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Spoltore, ucciso il cane del quartiere"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*