Pescara, ricreazione in classe contro le sigarette

Pescara, ricreazione in classe contro le sigarette fumate nei bagni degli studenti: la preside del liceo Misticoni-Bellisario continua la sua guerra al fumo.

A dicembre era stata disposta la chiusura dei bagni durante la ricreazione, oggi l’ordine di trascorrerla in classe per evitare ai ragazzi la pausa sigaretta. La dirigente scolastica del liceo artistico, musicale e coreutico Misticoni-Bellisario, Gabriella Consolazio,  ha disposto che gli studenti rimangano in aula anche durante la ricreazione. Nei circa dieci minuti previsti, i ragazzi potranno allontanarsi dalla classe solo per motivi “sani”, non per concedersi la pausa sigaretta in bagno o in cortile. La circolare precedente era scaturita da alcuni comportamenti scorretti che mettevano a rischio la sicurezza e la salute degli studenti, accalcati sulle scale o nascosti nei bagni utilizzati come fumoir. La preside Consolazio ha precisato che i giovani troppo esuberanti e indisciplinati sono un’esigua minoranza dei 530 alunni iscritti, ma che comunque il divieto di fumo è imposto da una legge nazionale. Ai ragazzi però non piace affatto l’idea di restare confinati in classe, per questo nei prossimi giorni dovrebbe svolgersi un incontro chiarificatore tra una delegazione studentesca e la dirigente scolastica.

i

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Pescara, ricreazione in classe contro le sigarette"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*