L’Aquila, A24-A25: Consiglio regionale resta vigile

Due mesi di tempo per rimettere mano al Piano economico finanziario delle autostrade A24 e A25, non rinnovato dal 2014, e incidere così anche sul caropedaggi con tariffe più calmierate e un grande piano di messa in sicurezza antisismica delle due autostrade.

Un tempo non così ampio considerando anche che siamo in estate, a ridosso della pausa dei lavori parlamentari, per cui bisogna assolutamente chiudere la partita prima di agosto. Altrimenti il rischio è che si arrivi ai primi di settembre con un nulla di fatto. Ecco perché il centrosinistra in consiglio regionale ritiene fondata e anzi urgente la convocazione di un Consiglio regionale straordinario per affrontare la questione del caropedaggi delle tratte A24 e A25 gestite dalla concessionaria Strada dei Parchi.

Consiglio straordinario invece inutile a questo punto per la maggioranza. L’assessore della Lega e vicepresidente del Consiglio regionale Emanuele Imprudente ritiene però fondamentale mantenere alta l’attenzione affinché in questi due mesi il Mit approvi il nuovo Piano economico finanziario per essere pronti ad avviare i lavori di messa in sicurezza.

Il Movimento 5 stelle rivendica invece l’impegno del governo, il primo a farsi carico dell’aggiornamento del documento.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, A24-A25: Consiglio regionale resta vigile"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*