Tenta colpo alle Poste, direttore lo fa desistere

Cologna-Uomo-Armato-Rapina-Poste

Tenta colpo alle Poste ma il direttore lo convince a desistere. E’ accaduto nell’ufficio del quartiere della Cona di Teramo.  

Una rapina fallita per l’inesperienza del bandito solitario ma anche per la scusa convincente del direttore della filiale. E’ successo a Teramo, poco prima della chiusura antimeridiana dell’ufficio postale del quartiere Cona, alla periferia della città. Un uomo di presumibile nazionalità italiana, alto e magro, con il volto coperto da un collant da donna e disarmato, è entrato nella filiale dove c’erano il direttore e altri due impiegati, e ha chiesto loro di consegnare il denaro. E’ stato lo stesso responsabile dell’ufficio postale ad affrontarlo e ha spiegargli che non poteva dargli i soldi che chiedeva per un problema tecnico all’apertura della cassaforte. Deve essere stato convincente, perché il malintenzionato non ci ha pensato due volte e, in evidente imbarazzo, secondo le testimonianze, si è girato guadagnando in velocità l’uscita e facendo perdere le sue tracce. Sull’episodio indagano gli uomini della squadra volante e della mobile della Polizia di Stato di Teramo.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Tenta colpo alle Poste, direttore lo fa desistere"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*