Pineto: Marco aveva una malformazione cardiaca

bambini-calcio

Marco aveva una malformazione cardiaca congenita, questo trapela dall’autopsia effettuata sul corpicino del bimbo di Pineto morto mentre giocava a calcio.

Ci sarebbe una malformazione cardiaca congenita, che ha portato ad una fibrillazione ventricolare impossibile da rendere reversibile, all’origine della morte di Marco Calabretta, il bambino di 9 anni di Pineto accasciatosi a terra per un malore venerdì pomeriggio, mentre stava giocando a calcio con i compagni sul campo sportivo ‘Pavone’ del centro costiero abruzzese. È quanto emerge dalle prime informazioni trapelate dopo l’esame autoptico, eseguito nel pomeriggio e terminato nella serata di ieri, sul corpo del piccolo all’ospedale di Atri dal medico legale Cristian D’Ovidio. L’autopsia è durata circa cinque ore.
A quanto si è appreso, l’esame macroscopico ha consentito di accertare la malformazione cardiaca, mentre ulteriori accertamenti verranno eseguiti sui campioni di tessuto prelevati. Accertamenti che potranno fornire ulteriori risposte. Oggi, intanto, a Pineto si svolgeranno i funerali di Marco, che saranno celebrati alle 15 presso la Chiesa parrocchiale di S.Agnese. E proprio a Marco ha voluto dedicare un pensiero, sul suo profilo Facebook, l’allenatore dei pulcini, mister Daniele Castagna.

“Avrei voluto conoscerti meglio insegnarti e donarti tutta la mia esperienza e passione calcistica – ha scritto il mister – purtroppo il mondo è ingiusto, perché a nove anni non si possono spegnere così i sogni di un bambino pieno di vita e voglioso di diventare forte. Ti porterò per sempre nel mio cuore, il tuo
ricordo sarà indelebile”

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Pineto: Marco aveva una malformazione cardiaca"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*