Danno acquedotto Gran Sasso: manca l’acqua in zone L’Aquila e altri Comuni

Danno acquedotto Gran Sasso, manca l’acqua in alcune zone dell’Aquila. Società idrica attiva tavolo. Tecnici in azione per valutare. Ecco i Comuni interessati.

A causa di un danno all’acquedotto del Gran Sasso che si è verificato stamani e sul quale i tecnici della società del ciclo idrico integrato dell’Aquila Gran Sasso Acqua stanno intervenendo per ripristinare al più presto il servizio, “l’acqua mancherà sicuramente nella giornata di oggi e fino alla mattinata di domani nella zona est dell’Aquila, dalla Torretta, Paganica e Tempera e, probabilmente a seguito dell’assorbimento dei serbatoi, potrebbe mancare anche su L’Aquila centro”.

Lo comunica in una nota l’Ufficio tecnico della Gran Sasso Acqua spa. Per gestire e contrastare la emergenza, – come sottolinea la nota della Gsa – è stato attivato un tavolo strategico con la Regione Abruzzo e la Protezione civile regionale “per eventuali necessità rispetto al danno all’acquedotto del Gran Sasso ed i disagi causati alla mancanza di acqua nelle prossime ore. Vi partecipano il presidente della Gran Sasso Acqua, Fabrizio Ajraldi, il dirigente amministrativo Raffaele Giannone e la responsabile, Paola D’Alfonso, oltre agli assessori regionali Guido Quintino Liris ed Emanuele Imprudente, entrambi aquilani, e Silvio Liberatore per la Protezione civile regionale.

I Comuni interessati alla sospensione dell’erogazione idrica a seguito della rottura dell’acquedotto del Gran Sasso sono:

Barisciano, Caporciano, Carapelle Calvisio, CastelvecchioCalvisio, Collepietro, FagnanoAlto, Fontecchio, L’Aquila (parzialmente), Navelli, Ocre (parzialmente), Ofena, Poggio Picenze, Prata D’Ansidonia, San Benedetto in Perillis, San Pio delle Camere e Santo Stefano di Sessanio.

Le zone interessate alla sospensione idrica su L’Aquila sono: Bagno, Pianola, Sant’Elia, SanGiacomo Alta, Colle Sapone, Gignano (parzialmente), Bazzano e Nucleo Industriale di Bazzano.

Si tratta in totale di 23 mila residenti circa, al momento senza risorsa idrica, sui 100 mila 880 residenti serviti dall’azienda per un totale di 31 Comuni dell’Aquilano.

“Le frazioni di Paganica e Tempera, dove s’è verificata la rottura, grazie ad una manovra sulle condotte operata dalla squadra d’intervento della Gran Sasso Acqua sono oggi regolarmente approvvigionate e al momento non si registrano ulteriori disagi”, aggiunge l’Ufficio tecnico.

“E’ tuttora in corso il delicato intervento” spiega ancora l’Ufficio “a riparazione avvenuta saranno effettuati controlli sulla qualità dell’acqua pertanto i Sindaci interessati alla mancanza idrica adotteranno delle ordinanze dell’utilizzo dell’acqua solo a fini igienici e non alimentari”.

“L’acqua potrebbe mancare fino alla tardi mattinata di domani si consiglia in ogni caso di attrezzarsi con scorte e con l’autoclave per chi ne fosse in possesso”.

 

 

 

 

 

Sii il primo a commentare su "Danno acquedotto Gran Sasso: manca l’acqua in zone L’Aquila e altri Comuni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*