Roseto: benzinaio in coma, confessa l’aggressore

Roseto, benzinaio in coma dopo essere stato malmenato, l’aggressore confessa: tentato omicidio.

Un rimprovero al figlio la probabile causa del gesto. L’uomo si è presentato dai carabinieri con il suo avvocato e dopo l’interrogatorio è stato denunciato. Ieri, ha sferrato un pugno al gestore della Ip di Cologna Spiaggia, frazione di Roseto: il 50 enne, dopo aver perso l’equilibrio, ha battutto violentemente la testa a terra, è stato trasportato dal 118 dapprima all’ospedale di Giulianova poi in quello di Teramo dove è ora in coma. Dopo un lungo interrogatorio l’aggressore è stato rilasciato ed è stato denunciato per tentato omicidio: ha 38 anni ed è di origine rom. Il benzinaio, Gianfranco Pigliacampo, di Mosciano Sant’Angelo, è sempre ricoverato in Rianimazione.

 

Sii il primo a commentare su "Roseto: benzinaio in coma, confessa l’aggressore"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*