False fatture per 5 mln, nei guai società del Chietino

Guardiadifinanzateramo

False fatture per 5 milioni di euro, nei guai una società del Chietino: l’operazione della Guardia di Finanza.

Una società cosiddetta “cartiera” costituita ad hoc con l’illecita finalità di emettere fatture per operazioni inesistenti è stata individuata nel territorio di Chieti dalla Guardia di Finanza, al comando del capitano Angela Luana Vallario, a seguito di una complessa attività. Secondo quanto emerso, la società, sconosciuta al fisco, pur non avendo una stabile organizzazione aziendale ed autonomia finanziaria, emetteva fatture per operazioni inesistenti per vendite di pellami mai effettuate per un imponibile che sfiora i 5 milioni di euro e Iva pari a 1.071.540 euro utilizzate esclusivamente dalle società destinatarie al fine di poter dedurre dal proprio reddito costi inesistenti e detrarre indebitamente l’Iva mai assolta sugli acquisti. La merce risultava ceduta a società marchigiane e venete, attraverso anche l’emissione di documenti di trasporto falsi. Tre persone sono state denunciate alla Procura di Chieti per emissione e utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti e omessa dichiarazione dei redditi per imposte evase superiori ai limiti di legge.

Sii il primo a commentare su "False fatture per 5 mln, nei guai società del Chietino"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*