Qualità dell’aria, Pescara non basta

Per combattere l’inquinamento atmosferico e migliorare la qualità dell’aria non basta ipotizzare misure solo su Pescara, ma bisogna ragionare sull’area vasta.

Il messaggio lo aveva scandito forte e chiaro, al microfono di Rete8, il direttore Arta Abruzzo, Francesco Chiavaroli. Ieri il suggerimento è stato raccolto dai sindaci dell’area metropolitana allargata che circonda il territorio di Pescara.

“L’aria non ha confini, né politici né fisici”, aveva detto Chiavaroli, e infatti al tavolo organizzato ieri al Comune di Pescara si sono seduti anche i primi cittadini del territorio che va dal capoluogo adriatico a Francavilla e che include San Giovanni Teatino, Spoltore e Città Sant’Angelo. Oggetto dell’incontro, le strategie per combattere l’inquinamento atmosferico, per migliorare l’ambiente e favorire la mobilità sostenibile, anche attraverso il potenziamento dei percorsi ciclabili e della condivisione dei mezzi di trasporto. Oltre allo stesso Chiavaroli e agli assessori comunali, erano presenti il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, e i primi cittadini di Montesilvano, Francesco Maragno; Antonio Luciani, Francavilla; Luciano Di Lorito, Spoltore; Gabriele Florindi, Città S.Angelo; Luciano Marinucci, San Giovanni Teatino.

IL SERVIZIO DEL TG8:

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Qualità dell’aria, Pescara non basta"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*