Abruzzo: a scuola “Nessun parli”

Un giorno di scuola come tanti, ma diverso: anche l’Abruzzo aderisce a “Nessun parli: musica e arte oltre la parola”, l’iniziativa promossa dal MIUR e dal Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica.

Nell’ambito di “Nessun parli”, il 22 novembre 2017, tutte le studentesse e gli studenti dovranno solo cantare, suonare o svolgere attività di
produzione artistica, anche performativa, coerenti con l’innovazione didattica e digitale. La giornata sancisce l’avvio del Progetto regionale “Abruzzo Musica” sviluppato dall’Ufficio Scolastico Regionale per potenziare l’insegnamento della disciplina musicale, dalla scuola dell’infanzia alle secondarie di secondo grado. A Pescara l’istituto comprensivo Pescara 3, scuola capofila della rete “Diamo voce alla Musica”, ha allestito un programma che svilupperà nelle giornate del 20, 21 e 22 novembre, con il coinvolgimento attivo delle intere comunità scolastiche. Il programma è stato diffuso dalla dirigente dell’Istituto, Elena Marullo e dalla referente della rete di scuole, Laila Di Michele.
La giornata particolare prevede anche allestimenti sulle discipline scientifiche, a conferma che sapere umanistico e sapere scientifico sono due forme di conoscenza correlate, come dimostra l’intera opera, geniale e polimorfa, di Leonardo Da Vinci.

Sii il primo a commentare su "Abruzzo: a scuola “Nessun parli”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*