Abruzzo: a scuola “Nessun parli”

Un giorno di scuola come tanti, ma diverso: anche l’Abruzzo aderisce a “Nessun parli: musica e arte oltre la parola”, l’iniziativa promossa dal MIUR e dal Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica.

Nell’ambito di “Nessun parli”, il 22 novembre 2017, tutte le studentesse e gli studenti dovranno solo cantare, suonare o svolgere attività di
produzione artistica, anche performativa, coerenti con l’innovazione didattica e digitale. La giornata sancisce l’avvio del Progetto regionale “Abruzzo Musica” sviluppato dall’Ufficio Scolastico Regionale per potenziare l’insegnamento della disciplina musicale, dalla scuola dell’infanzia alle secondarie di secondo grado. A Pescara l’istituto comprensivo Pescara 3, scuola capofila della rete “Diamo voce alla Musica”, ha allestito un programma che svilupperà nelle giornate del 20, 21 e 22 novembre, con il coinvolgimento attivo delle intere comunità scolastiche. Il programma è stato diffuso dalla dirigente dell’Istituto, Elena Marullo e dalla referente della rete di scuole, Laila Di Michele.
La giornata particolare prevede anche allestimenti sulle discipline scientifiche, a conferma che sapere umanistico e sapere scientifico sono due forme di conoscenza correlate, come dimostra l’intera opera, geniale e polimorfa, di Leonardo Da Vinci.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Abruzzo: a scuola “Nessun parli”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*