Chieti, il Comune pianta tigli e sophore

Dieci tigli e altrettante sophore sono stati piantati ieri a Chieti, in sostituzione di alberature instabili e ritenute pericolose per l’incolumità pubblica. A darne notizia è l’assessore al Verde Pubblico, Raffaele Di Felice.

Ieri, in via Ricci, sono già state reimpiantate 10 sophore, e altrettanti 10 tigli sono stati messi a dimora in via Muzii, nel quartiere Levante, e in via Campobasso.

“Sono stati avviati i previsti interventi programmati dall’assessorato al Verde Pubblico per rimpiazzare numerosi alberi da eliminare. La ditta affidataria Gardenia Sas di Chieti – ha detto l’assessore Di Felice – sta provvedendo alla piantumazione in diversi punti della città. L’attenzione dell’amministrazione Di Primio nei confronti della gestione del territorio  e, in particolar modo, della sicurezza dei cittadini, a volte ci obbliga a sacrificare alberi che, ormai in condizioni di instabilità o perché di intralcio al transito dei pedoni, generano pericolo per la pubblica incolumità. Al contempo, vengono programmati gli interventi per la loro sostituzione. In questi giorni è ripartito il programma di reimpianto di alberature “a riposo” che verranno messi a dimora secondo un calendario di interventi che proseguiranno la settimana prossima. Gli interventi prevedono, nei prossimi giorni, la piantumazione di 10 frassini in via Amiterno e via Capestrano; 4 tigli alla Villa Comunale, in sostituzione degli esemplari che si era reso necessario eliminare; 2 platani in viale Amendola. Tale attività si inserisce nell’ambito del piano di recupero e riassetto che l’amministrazione Di Primio ha inteso darsi, ritenendo la valorizzazione del Verde uno dei cardini su cui fondare il miglioramento della qualità di vita dei cittadini e il decoro urbano”.

Sii il primo a commentare su "Chieti, il Comune pianta tigli e sophore"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*