Festa delle donne, ecco quelle che hanno lasciato un segno

Ci sono donne che all’Aquila hanno lasciato il segno. In fabbrica, nel mondo scientifico, nella letteratura, nei movimenti religiosi.

A loro è dedicata l’iniziativa “Prospettive rosee” del Comune dell’Aquila, promossa dall’assessorato alla Cultura con la collaborazione di diverse associazioni e sindacati, per festeggiare la donna e combattere il pregiudizio e lo sfruttamento sessuale valorizzando ciò che le donne sanno fare e hanno fatto. Una serie di seminari a partire da martedì 2 febbraio saranno incentrati a illuminare percorsi di donne che hanno lasciato qualcosa alla città, fino all’8 marzo, giorno della festa della donna.

Tantissime sono anche le ricercatrici che oggi hanno ricevuto un riconoscimento internazionale del loro lavoro.

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "Festa delle donne, ecco quelle che hanno lasciato un segno"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*