Spoltore, l’allarme furto viaggia su Facebook

ladriladri

Spoltore, l’allarme furto viaggia su Facebook. Nel bene e nel male, i social network fanno sempre più parte integrante della vita di molte persone.

A volte i social network si rivelano mezzi  efficaci per diffondere notizie di utilità generale, a patto di non sconfinare nell’allarmismo. Un esempio eloquente, in un senso e nell’altro, arriva da Spoltore: diversi cittadini del posto segnalano su Fb presunte persone sospette che si aggirerebbero in città con lo scopo di annotare i movimenti e le abitudini di potenziali vittime di azioni ladresche. Se questi sospetti siano o meno fondati non è dato sapere, tuttavia la preoccupazione dei cittadini qualche giustificazione ce l’ha, vista la recrudescenza dei furti nelle case. Addirittura un condominio è stato svaligiato due volte e in pieno giorno: in uno degli appartamenti i ladri hanno smurato a picconate e portato via una cassaforte, nell’altro si sono impossessati di ori e preziosi. Oltre ai colpi “consumati” e quindi denunciati alle autorità – quelle vere, non virtuali – restano quelli ipotizzati da chi si improvvisa detective e segnala in rete questa o quell’altra auto, con tanto di colore e targa. Forse sarebbe meglio lasciare le indagini a chi ha i titoli per svolgerle senza alimentare alcuna caccia all’untore. Condividere va bene, ma se ad essere condivisa è una possibile diffamazione è meglio farsi i fatti propri.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Spoltore, l’allarme furto viaggia su Facebook"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*