Francavilla, 4 mesi di passione per la nazionale chiusa

Il sindaco di Francavilla Antonio Luciani si appella alla pazienza dei concittadini, ai quali ha preannunciato quattro mesi di passione per la nazionale chiusa a causa dei lavori sul ponte dell’Alento.

Da martedì 29 marzo traffico chiuso lungo la Nazionale, tra le rotatorie di via Pola e via della Rinascita. Il cantiere determinerà lo stop alla circolazione veicolare nel tratto interessato, le auto saranno deviate nella zona dello stadio Valle Anzuca. I lavori riguarderanno i marciapiedi e quindi la sicurezza dei pedoni che attraversano il ponte sul fiume Alento. Si tratterà di un intervento lungo e costoso, ma non più procrastinabile per il livello di rischio della strada. Il cantiere rientra tra i progetti “A piedi sicuri”, che vedono Francavilla come Comune capofila. Il nuovo look del ponte è finanziato con 400.000 euro. La ditta appaltatrice proverà a velocizzare la durata dei lavori anche perché, se il termine di quattro mesi dovesse essere rispettato, significherebbe arrivare all’estate inoltrata senza la possibilità di fruire di una strada strategica per la circolazione di turisti e residenti. L’anello alternativo sarà quello che affianca lo stadio Valle Anzuca, per sbucare poi nei pressi del rondò antistante la variante Anas per Pescara-Montesilvano, il che potrebbe determinare qualche ingorgo nelle ore di punta. In alternativa restano la riviera e le vie parallele, che però in estate risultano particolarmente trafficate.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Francavilla, 4 mesi di passione per la nazionale chiusa"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*