Antonio Razzi: “L’agricoltura va insegnata a scuola”

Se qualcuno avesse in animo di consigliargli di andare a zappare la terra anziché di fare il politico, sappia che non lo offenderebbe affatto, anzi: per il senatore Razzi l’agricoltura va insegnata scuola, per istruirsi bisogna partire dalla terra.

Antonio Razzi firma un disegno di legge che punta a far emergere il contadino che è in tutti noi. Così, anche stavolta, il senatore abruzzese ha trovato un modo per far parlare di lui, oggi però non si tratta di esternazioni bizzarre, ma di una vera e propria iniziativa politica. Razzi ha infatti presentato un disegno di legge che punta ad introdurre la materia agricola nelle scuole, in tutte le scuole, sia chiaro, non solo negli istituti agrari. Infatti il disegno di legge così recita: L’Introduzione dell’insegnamento delle tecniche agricole di semina e produzione dei frutti della terra in orto ed in campo nelle scuole di ogni ordine e grado”.

“Bisogna cominciare proprio dalla terra per insegnare ai bambini il corretto stile alimentare – dice Razzi nel sostenere il suo disegno di legge – i bambini, soprattutto quelli metropolitani, non hanno idea di come crescano i prodotti della terra, dei periodi di semina e di raccolto, dell’uso di pesticidi… é ora che l’educazione alimentare cominci proprio dalla terra”.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Antonio Razzi: “L’agricoltura va insegnata a scuola”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*