Abruzzo in bici, presto il nuovo Ponte sul Piomba

Abruzzo in bici, presto il nuovo Ponte sul Piomba: i lavori illustrati nel dettaglio in Regione, a Pescara.

I lavori di realizzazione del ponte ciclopedonale sul fiume Piomba, finanziati con fondi stanziati nell’ambito del Piano Triennale di viabilità regionale 2008-2010, costituiscono un ulteriore tassello della pista ciclabile che attraverserà tutta la costa abruzzese. Il progetto del ponte sul Piomba si aggiunge all’attraversamento viabile-ciclopedonale compreso nel cosiddetto Corridoio verde. Il ponte per auto, bici e pedoni, sarà realizzato grazie al protocollo d’intesa siglato tra le Province di Teramo e Pescara e i Comuni interessati. I lavori sono già stati affidati, ad aggiudicarsi la gara d’appalto è stata la ditta Amorini Giovanni di Afragola. Questo nuovo collegamento viario tra le aree costiere di Silvi e Città Sant’Angelo mette in comunicazione diretta la provincia teramana con quella pescarese. L’opera ha un costo complessivo di circa 2 milioni di euro, sarà lunga 60 metri e larga 8 metri e mezzo. L’intervento deve essere concluso entro 360 giorni dalla data di consegna dei lavori. La realizzazione del ponte viabile-cilopedonale della relativa rete viaria di collegamento è stata assegnata all’ufficio tecnico della Provincia di Teramo, dalla progettazione al progetto all’esecutivo. Il ponte verrà costruito in cemento armato per consentire il passaggio degli autoveicoli e avrà una parte riservata alla pista ciclo-pedonale. L’opera scorrerà parallela all’attuale ponte ferroviario sul fiume Piomba.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

1 Commento su "Abruzzo in bici, presto il nuovo Ponte sul Piomba"

  1. david celiborti | 18/04/2016 di 19:28 | Rispondi

    Siamo alle solite! Anzicchè pensare alle cose più utili(aziende che chiudono, lavoratori esodati e licenziati ( prendete in considerazione per esempio i poveracci dell’Attiva, che stazionano senza risultati davanti al palazzo di città da parecchio!) ecc.!) i nostri amministratori pensano alle piste ciclabili. Sta diventando un hobby politico dei sindaci e adesso anche del presidente della regione D’Alfonso! E’ tanto importante vedere sfrecciare gli sfaccendati e le mogli di altri nullafacenti e nullapensanti e sculettare a piedi o in bici costose con quelle tutine strettissime che lasciano intravedere tutto quello che si può immaginare (ricordandoci della canzone di Baglioni!) e quei ciclisti pseudo-professionisti con quelle tute con fondo a “culo” di scimmia?? Questi sono i nostri politici! L’altro ieri (per chi non se ne fosse accorto!) è sceso in campo a prop pensano a quella parte che meno produceosito del referendum sulle trivellazioni, persino Napolitano (figlio non riconosciuto di re Umberto II!) a consigliare agli italiani di non andare a votare(cosa molto grave che mette in luce il personaggio! Mattarella che suggerisce con la sua aria di seminarista clarettiano mancato di far entrare tutta l’Africa in Italia! Loro stessi sono colpevoli prima ancora di quegli sciagurati che tentano la traversata sui barconi”della speranza” dei numerosi naufragi mortali naufragi! Qui ormai non è più sorta da tirare in ballo il “razzismo”, c’è solo la stupidità di accogliere e basta! Cosa trovano in Italia: nulla se non quello di occupare e collocarsi in eterno in stazioni, giardini creando disordine e paura per i residenti, la situazione non si sblocca,essi vivono in palazzi fatiscenti, o a volte in alberghi a 9 stelle, il più delle volte creano ghetti pericolosi ed ormai non sono più sopportati dagli stessi cittadini italiani(furti, aggressioni, e quanto c’è di più brutto!) Si chiudono le frontiere-vedi Austria-Ungheria ecc., in Germania solo la Merkel caldeggia l’ingresso di profughi dopo quanto è successo la notte di capodanno in alcune cittò tedesche! Che dire degli zingari,pardon rom o sinti, E’ stata negata la legittima difesa, cambiata in eccesso della stessa! Nessuno può parlare male a proposito di comunitari(Bulgari, Rumeni e mettiamoci pure Albanesi, moldavi ecc!) e di non comunitari che praticano solo violenza senza la consapovolezza di essere stati accolti nella n/s bella Italia gratis:con vitto e alloggio!Certo non tutti sono delinquenti ma almeno il loro 70%! E poi che dire degli islamici,(con minaccia e la paura che qualcuno di loro possa essere terrorista! che la fanno da padroni sul nostro territorio con la connivenza dei politici, dando il permesso di costruire moschee a non finire (43 solo a Roma!)! Molti gridano alla solidarietà! Chi ci tutela da questa barbarie la magistratura, i governi, i partiti, il Papa (di cui ho stima e rispetto fino a quando non esagera troppo con l’accoglienza non significa nulla avere accolto in Vaticano 12 profughi, quando noi siamo costretti a riceverne milioni!)? Certamente no!!! Ci sono tanti italiani che non hanno nè casa nè posto di lavoro e sono abbandonati a se stessi! Questo è come implorare ai deserti o cercare acqua , ma nessuno risponderà o darà da bere! Tutte le sere nei mass-media c’ è una sfilata di talking politici dove tutti urlano, cabaret scadenti, lotterie truccate ed altre stronzate! Non vedi l’ora che Morfeo ti spalanchi le sue braccia! Io sono uno di quelli che parla ai sordi, ma non riesce a raggiungerli perchè non conosce il metodo Braille! La sanità oltre la magistratura versa in coma, infermiere che praticano anche se non voluta “l’eutanasia”, istituti per anziani in cui si praticano torture! La cultura di cui va parlando spesso Mattarella e Franceschini (bisogna veramente avere a cuore la sorte dei n/s monumenti, palazzi, musei ecc. che versano in gravi condizioni e poi parlare di cultura!); poi, la “buona scuola che è una cattiva scuola con tanti pregiudizi sugli handicappati Però i politici fanno illeciti gravi, e nessuno li sconfessa e li caccia(vedi scandali in cui sono implicati tutti quelli del governo attuale, ma che escogitano coperture, vedi anche il caso del fallimento delle banche con i genitori di Renzi e Boschi!). I politici locali affetti da politicosi cronica (ossia una forma di epilessia con scarsa lungimiranza nei vari settori!) Alessandrini, Del Vecchio, Cuzzi ecc…e adesso pure D’Alfonso(oltre agli scandali!) pensano (non ci dormono alla notte!) a cose inutili! Bravi continuate così “in hoc signo vincetis” Basta con le ipocrisie! Distinti saluti! David

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*