Abruzzo, anziani in case-famiglia abusive

Operazione dei Nas in Abruzzo, scoperti anziani in case-famiglia abusive e carenti dal punto di vista igienico.

Bilancio significativo nelle operazioni compiute dai Nas per vigilare sulla regolarità delle strutture di assistenza: in due case-famiglia di Chieti e in una di Pescara i carabinieri hanno scoperto una quarantina di anziani ospitati in locali privi dei requisiti necessari e delle autorizzazioni. Le tre strutture di accoglienza  per anziani (non specificate) sarebbero state realizzate abusivamente; le sanzioni elevate ammontano a 5000 euro. I controlli dei carabinieri del Nas di Pescara sono stati eseguiti a ferragosto. Nelle case-famiglia sono state anche riscontrate diverse carenze igienico-sanitarie nelle cucine, una delle quali del tutto priva di autorizzazione. I responsabili delle strutture sono stati deferiti per esercizio abusivo della professione. I controlli, finalizzati alla tutela delle fasce deboli, proseguiranno senza sosta per tutto il mese di agosto.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Abruzzo, anziani in case-famiglia abusive"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*