Tombino rotto: condanna doppia

Tombino rotto: condanna doppia. Le buche, l’asfalto danneggiato ed i tombini di Via Fosso Foreste a Montesilvano da anni rappresentano il simbolo della negligenza e dell’incuria.

Un tombino danneggiato e l’asfalto rotto lungo la strada di collegamento tra Via Vestina ed il lungofiume Saline, furono la causa nel 2011 di un brutto incidente subito da un giovane motociclista. In seguito alla caduta il giovane centauro riportò alcune fratture ed escoriazioni ed una prognosi di 45 giorni. Per tale incidente il Comune di Montesilvano e la Società Italgas sono stati condannati al risarcimento di circa 5000 euro per i danni subiti e 1600 euro per le spese legali. Il giudice di Pace ha ritenuto infatti responsabili i due enti per la negligenza dimostrata nel riparare il danno lasciando il pericolo in strada. Secondo il giudice entrambi gli enti dovevano vigilare al fine di garantire il normale svolgimento della circolazione in piena sicurezza. Il Consiglio comunale di Montesilvano ha già approvato il pagamento di quanto richiesto.

 

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Tombino rotto: condanna doppia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*