Gas tossici: condannata la Bioster

Gas tossici: condannata la Bioster. Con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla truffa, alla frode nelle pubbliche forniture, all’adulterazione di alimenti e falsità materiale e ideologica, il Tribunale di Pescara, ha condannato a quattro anni e dieci mesi di reclusione, i responsabili della BIOSTER di Popoli.

I rappresentanti dello stabilimento di sterilizzazione di attrezzature medico chirurgiche della Bioster Spa, azienda con sede legale in provincia di Bergamo, furono arrestati nel gennaio del 2010 dai Carabinieri del Nas. Insieme a loro furono arrestate altre 9 persone. Francesco Anastasi 36 anni residente a Popoli, Antonio Luccitti, 46 anni domiciliato a Bussi, sua sorella Ketty 41 anni domiciliata a Bussi, e Domenico Bucci, 41 anni di Catignano, sono i quattro responsabili dello stabilimento messo sotto sequestro dai Nas.

 

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Gas tossici: condannata la Bioster"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*