Sant’Eusanio: diabetico senza cibo, si incatena in Comune

incatenato-santeusanio1

Da 9 giorni, Paolo De Titta, diabetico e con problemi di deambulazione, si incatena in Comune a Sant’Eusanio del Sangro. Chiede alimenti adatti alla sua patologia perché non ha i soldi per comprarli.

Una storia difficile quella di Paolo De Titta, 40 anni, di Sant’Esanio del Sangro: diabetico e invalido civile da quando aveva 10 anni, è stato operato più volte ai piedi a causa della sua patologia, e l’ultimo intervento lo ha subito nel novembre scorso per osteomielite. Ora ha difficoltà a camminare e per questo si muove su una sedia a rotelle, vive con la madre e due fratelli, uno dei quali con problemi epatici. Sia Paolo che il fratello hanno la pensione di invalidità: 280 euro mensili. La madre è stata vittima di una brutta caduta ed ha comunque bisogno di assistenza. Ogni martedì e giovedì pomeriggio, Paolo si incatena in Comune e chiede di essere ricevuto dal sindaco di Sant’Eusanio del Sangro. Dice che non ha i soldi per acquistare pasti per diabetici e che rischia di restare senza cibo perché non può mangiare alimenti che non siano indicati per la sua patologia. Paolo De Titta mostra la bandiera tricolore con su scritto “Il grido del silenzio”, chiede l’attenzione delle Istituzioni e si fa portavoce delle altre persone nelle sue stesse condizioni. De Titta non demorde e si mostra incatenato al termosifone degli uffici del Comune di Sant’Esanio del Sangro, dove ormai, volenti o nolenti, per amministratori e frequentatori del Municipio, è diventato di casa.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected] o .it". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

1 Commento su "Sant’Eusanio: diabetico senza cibo, si incatena in Comune"

  1. SI DA COMUNICAZIONE CHE DA MARTEDI 22-12-2015 ALLE ORE 8:00 DEL ‪#‎MATTINO‬ ‪#‎INIZIERO‬’ LO ‪#‎SCIOPERO‬ DELLA ‪#‎FAME‬ ‪#‎E‬ ‪#‎SETE‬ DAVANTI IL ‪#‎COMUNE‬ DI ‪#‎SANT‬’ ‪#‎EUSANIO‬ ‪#‎DEL‬ ‪#‎SANGRO‬ ‪#‎PIAZZA‬ ‪#‎CESARE‬ ‪#‎DE‬ ‪#‎TITTA‬, METTO A CONOSCENZA CHE SONO UN SOGGETTO DIABETICO IL RISCHIO MOLTO ELEVATO E CHE SI PUO’ ANDARE ‪#‎INCONTRO‬ ALLA ‪#‎MORTE‬ ‪#‎COMA‬ ‪#‎DIABETICO‬ ‪#‎ARRESTO‬ ‪#‎RENALE‬, SONO INTENZIONATO AD INTRAPRENDERE ANCHE QUESTO! IL TUTTO SARA’ COMUNICATO AL SINDACO, DOTT. DI FAMIGLIA, AUTORITA’ DI PUBBLICA SICUREZZA, PREFETTO, COMPAGNA CARABINERI LANCIANO PER CONOSCENZA AL COMMANDO CARABINIERI DI CASTEL FRENTANO, 112,113,118 ASL DI APARTENENZA, PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, PRESIDENTE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI, PRESIDENTE DEL SENATO, PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, MINISTRO DEL INTERNO, E’ A TUTTI I GRUPPI POLITICO!! VOLETE UN MORTO IN PIU’ ALLORA ECCOVI ACCONTENTATI A TUTTI ED IL TUTTO SARA’ MANDATO A TUTTE LE REDAZIONI GIORNALISTICHE NAZIONALE,INTERNAZIONALE MONDIALE.
    ‪#‎FINE‬ COMUNICATO#

    info: 347 5505344
    FIRMA PAOLO DE TITTA
    ps. potete vedere il mio video sul mio profilo sono intenzionato anche di morire questa volta!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*