L’Aquila: tenta furto di abiti, denunciata Albanese

Nel tardo pomeriggio di ieri, gli agenti della Squadra Volante hanno denunciato per tentato furto una cittadina albanese, di anni 40, residente a L’Aquila.

La titolare di un esercizio commerciale, dopo aver sentito suonare la barriera anti taccheggio mentre una donna la stava oltrepassando, aveva invitato la signora a tornare indietro e ad aprire la borsa, all’interno della quale aveva trovato una giacca di jeans del negozio ed una pinza in metallo, con la quale aveva tolto una placca anti taccheggio della giacca. La donna però non si era accorta che sul capo d’abbigliamento vi era anche un altro dispositivo anti taccheggio. Una pattuglia della volante, a richiesta della titolare, si è recata presso il negozio dove, constatato quanto accaduto, procedeva ad identificare l’autrice del fatto criminoso, la quale essendo sprovvista di documenti d’identità , è stata accompagnata in Questura per gli accertamenti del caso e successivamente denunciata. La merce, danneggiata, è stata riconsegnata alla titolare del negozio, mente la pinza è stata sequestrata.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected] o .it". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: tenta furto di abiti, denunciata Albanese"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*