Roio Poggio, torna a vivere il santuario di S.Maria della Croce

Il significato più vero del restauro della chiesa di Santa Maria della Croce a Roio Poggio, è tutto racchiuso nelle lacrime di gioia e negli applausi dei suoi abitanti: le anziane signore della piccola frazione aquilana hanno atteso tanto per rivedere il santuario tornare a vivere.

Un legame profondo che vede da un lato la spinta alla solidarietà, dall’altro una storia accomunata dal culto mariano: da qui nasce la volontà della Regione Liguria di sostenere con un finanziamento di un milione e mezzo di euro i lavori di consolidamento e di restauro della Chiesa di Santa Maria della Croce.

Oggi la restituzione ufficiale alla sua comunità, con una cerimonia semplice ma emozionante, davanti alla delegazione arrivata dalla Liguria per partecipare alla riapertura di un importante edificio sacro che ha le sue radici più antiche probabilmente, a prima del XVII secolo. Anche gli usi civici nei giorni scorsi hanno esortato la riapertura della chiesa, importante punto di riferimento per la comunità di Roio. La storia racconta che il santuario di Santa Maria della Croce è stato edificato sul luogo di un’apparizione della Vergine Maria, ed è stato a lungo meta di pellegrinaggio. Cappelle, stucchi, affreschi, altari decorati da marmi, apparati pittorici di varie epoche lo rendono un bene monumentale unico.

CHIESA SANTUARIO ROIO POGGIO L'AQUILA

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "Roio Poggio, torna a vivere il santuario di S.Maria della Croce"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*