L’Aquila, le criticità degli impianti sportivi

Poca coerenza nella gestione degli impianti sportivi cittadini, con sperpero di denaro pubblico e gestioni spesso inefficienti. E’ questa la denuncia che arriva dalle opposizioni, in particolare dal consigliere Gianni Padovani dei Giovani riformisti, su cui richiesta questa mattina è stata convocata la terza commissione, Politiche sociali, culturali e formative.

Al centro della discussione la revisione del Regolamento sugli impianti sportivi. E’ la prima volta che un’amministrazione si sta dotando di strumenti che possano fare arrivare a una direttiva univoca per la gestione degli impianti sportivi, che al 2012 erano ancora nel “pieno marasma”, come spiega l’assessore allo Sport Emanuela Iorio.

A far discutere è anche la situazione complessa del campo sportivo di Coppito, che presenta ancora diversi problemi, mentre resta per ora in attesa di un nuovo gestore l’impianto di Piazza d’Armi.

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, le criticità degli impianti sportivi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*