L’Aquila, variante sud. Pietrucci: “Ok al confronto, ma si farà”

Il consiglio comunale dell’Aquila ha approvato ieri all’unanimità una mozione bipartisan, firmata anche dal sindaco Massimo Cialente (che al momento del voto non era in aula), che impegna sindaco e la giunta ad avviare, insieme alla Regione, un dibattito pubblico per discutere della variante sud della Statale 17.

Quel lotto C da 57 milioni di euro che su progetto dell’Anas dovrebbe essere realizzato nei prossimi mesi per accorciare la distanza tra L’Aquila e Pescara, un’opera enorme che ha incontrato sin da subito, l’opposizione dei cittadini residenti nei territorio attraversati.

I quali in consiglio comunale hanno ribadito “la netta contrarietà” a tutte le ipotesi progettuali proposte dall’Anas, compresa quella già approdata in conferenza dei servizi. La mozione recepisce la decisione del comitato di Valutazione dell’impatto ambientale della Regione, che soltanto pochi giorni fa ha disposto la realizzazione di un’inchiesta pubblica. Solo al termine del confronto con i territori, dice la mozione, “saranno adottate le definitive decisioni”. L’ultima parola spetterà, però, alla Regione.

Intanto il no del consiglio comunale si aggiunge all’opposizione già espressa dal consiglio comunale di Fossa e di Barcisciano.

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, variante sud. Pietrucci: “Ok al confronto, ma si farà”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*