Pensionato si spaccia per Carabiniere, truffe anche in Abruzzo

Arrestato a Napoli un finto maresciallo dei carabinieri che truffava anziani, telefonando a casa delle vittime e parlando di incidenti stradali in cui erano rimasti coinvolti dei loro parenti, per i quali servivano soldi in contanti, anche fino a 3.000 euro, per evitare guai giudiziaria. Alcuni truffati anche in Abruzzo.

Con questo sistema un 67 enne campano aveva messo a segno 24 colpi tra Marche, Umbria, Abruzzo, Molise, Puglia. Le indagini dei veri carabinieri di Osimo, coordinati dalla Procura di Ancona, sono durate circa quattro mesi e sono partite dalla denuncia di una donna. L’uomo, un pensionato, dovrà rispondere di truffa aggravata e continuata in concorso, sostituzione di persona e indebito utilizzo di carta di credito. Coinvolto anche un complice, un finto avvocato, non ancora identificato. In un caso la vittima ha consegnato il bancomat per far prelevare somme in contanti, ma venivano accettate anche fedi nuziali, collane, ciondoli.

Sii il primo a commentare su "Pensionato si spaccia per Carabiniere, truffe anche in Abruzzo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*