Vasto: caccia al rapinatore con mazza da baseball

E’ caccia al rapinatore che con una mazza da baseball ha tentato una rapina all’hotel Lido di Vasto Marina.

Sulle tracce dell’uomo, la Polizia che sta indagando per risalire all’autore del tentato atto criminoso nei confronti della struttura ricettiva. Gli agenti con a capo il vice questore Alessandro Di Blasio, hanno già acquisito le immagini delle telecamere di video sorveglianza dell’albergo nelle quali si sentono alcune parole che indicherebbero la nazionalità non italiana del rapinatore. “Soldi, soldi!”, ha urlato l’uomo col volto parzialmente coperto e felpa che, intorno alle 23 di martedì 17 maggio, ha fatto irruzione nell’hotel Lido, passando attraverso un ingresso lato mare. Una volta all’interno intima alla madre del titolare, che in quel momento si trovava alla reception, di consegnargli i soldi. La signora grida, impaurita, per chiedere aiuto mettendo in fuga il rapinatore che, evidentemente, temeva l’arrivo di altre persone. Prima di fuggire, però, l’uomo ha distrutto il centralino colpendolo violentemente con una mazza da baseball e si è dileguato. Sulle sue tracce gli agenti della Polizia di Vasto.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Vasto: caccia al rapinatore con mazza da baseball"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*