Teramo: derubata in casa di 50 mila euro

ladra-casa-anziana

Raggirata da falsi addetti del gas, una anziana di Teramo è stata derubata, nella sua abitazione, di 50 mila euro, tra gioielli e contanti.

Giovedì pomeriggio una donna ben vestita si è presentata alla porta della anziana, spacciandosi per un funzionario della società che gestisce il gas e dicendole che doveva fare delle verifiche urgenti per eventuali problemi sulla erogazione. Così la falsa addetta del gas ha distratto la proprietaria dell’abitazione, portandola al contatore, e mentre le due parlavano sono entrati nell’appartamento altri due uomini che si sono finti tecnici. Così, mentre l’anziana era distratta, i due si sono recati in camera da letto ed hanno scoperto la cassaforte aprendola con la chiave che la donna, incautamente, aveva lì vicino, sul comò. In borsa i malviventi hanno messo contanti e gioielli per un valore di almeno 50 mila euro. Le forze dell’ordine insistono nell’invitare soprattutto gli anziani a diffidare degli sconosciuti e non aprire mai loro la porta di casa per evitare disavventure come quella di questa signora teramana derubata di tutti i suoi preziosi e averi.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Teramo: derubata in casa di 50 mila euro"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*