Tagliacozzo: picchiato e gettato in dirupo

carabinieri notte 1

Dapprima picchiato selvaggiamente, poi gettato in un dirupo: è accaduto a un 43 enne a Tagliacozzo, dopo una lite. Individuati due dei tre aggressori.

L’uomo, è rimasto nel dirupo per alcune ore in stato di semi incoscienza, finché, non è stato notato da alcuni automobilisti che hanno dato l’allarme. Successivamente soccorso e trasportato all’ospedale di Avezzano. Una vicenda ancora da chiarire del tutto e che ha avuto per protagonista un 43 enne di origini romane ma residente da tempo in Abruzzo, nel Pescarese. L’uomo sarebbe stato aggredito e rapinato al culmine di una lite, avvenuta tra lui e tre suoi conoscenti, mentre si trovava a bordo dell’auto di uno di loro. Due componenti del terzetto sono stati individuati, si tratta di due fratelli di Poggio Filippo, già noti alle forze dell’ordine, mentre sono in corso indagini per accertare l’identità del terzo aggressore,  probabilmente uno straniero. Il ferito, che nel violento pestaggio ha riportato diverse lesioni, è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale di Avezzano. L’inchiesta è coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica di Avezzano, Guido Cocco. Indagano i Carabinieri di Tagliacozzo.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Tagliacozzo: picchiato e gettato in dirupo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*