Ragazzo abruzzese ucciso in Venezuela, appello della madre

venezuela1

La madre del ragazzo abruzzese di 21 anni ucciso in Venezuela, fa un appello per riportare il corpo del figlio in Italia e seppellirlo vicino al padre.

Matteo Di Francescantonio, di Popoli, è stato ucciso con tre colpi di arma da fuoco. Mercoledì scorso, il corpo senza vita del ragazzo è stato trovato in una strada del comune di Diego Ibarra, in Venezuela. Matteo era da poco tornato nello stato sudamericano per seguire la madre e il fratellino. L’appello disperato della madre, Julitza d’Amato Carbona, alle autorità affinché il figlio possa essere sepolto in Italia, vicino al padre scomparso appena un anno fa, per superare le questioni e le lungaggini burocratiche. Intanto vanno avanti le indagini per cercare di chiarire le cause della morte del giovane. Si sta ascoltando il racconto dell’amico, sopravvissuto all’agguato. Sembra che i due giovani fossero seguiti da un gruppo di malintenzionati, non si esclude nemmeno l’ipotesi della rapina. Nel giro di pochi giorni, sono stati due i ragazzi abruzzesi uccisi in Venezuela, oltre a Matteo Di Francescantonio,  anche Dino Rubens Tomassilli, 25 anni, di Pratola Peligna.

Sii il primo a commentare su "Ragazzo abruzzese ucciso in Venezuela, appello della madre"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*