Pescara: la storia del Grinch che rubò il Natale diverte i bambini

 La Favola Bella porta in scena nelle scuole pescaresi la storia del Grinch che diverte e incuriosisce. Gli spettacoli rientrano nel progetto “Natale in periferia” sostenuto dal  Comune di Pescara.

Attore per un giorno, anche l’assessore alla pubblica istruzione Giacomo Cuzzi, nello spettacolo alla scuola primaria Rodari, di via Salara Vecchia con la compagnia teatrale “La favola bella” nella storia del “Grinch che rubò il Natale”. Una visita per inaugurare le tante attività extra scolastiche che anche quest’anno l’amministrazione comunale ha messo in campo per regalare alle scuole cittadine momenti di bellezza, di divertimento e di riflessione. Lo spettacolo si è tenuto all’Aula Magna della scuola elementare Rodari, aula che sarà dedicata al piccolo Sebastian, il bambino di 10 anni, prematuramente scomparso nel giugno scorso. Un modo per ricordarlo, ha detto la dirigente scolastica, che ha annunciato anche un premio a lui intitolato.

“La compagnia ‘La Favola Bella’ ha inteso portare in scena lo spettacolo “La storia del Grinch che rubò il Natale,” nei plessi scolastici dei quartieri San Donato, Fontanelle e Rancitelli dell’Istituto comprensivo 1 e farlo fruire gratuitamente agli alunni delle scuole primarie Rodari, Don Milani e Masih, per portare un clima di festa natalizio mediante la didattica della visione di uno spettacolo dal vivo, riconoscendo nel teatro una funzione di coesione e riscatto sociale. Gli attori hanno recitato assieme ai piccoli spettatori presi dal pubblico con indosso un elemento del personaggio della favola ed hanno giocato con gli attori a ‘fare teatro’ e a essere ‘altro da sé’ , gli insegnanti sono stati co-protagonisti e in questo modo la favola si è animato, assumendo sfumature diverse”.

La trama

ll Grinch è una creatura verde, rugosa e sempre di pessimo umore che vive come un eremita in cima alla montagna che sovrasta il villaggio di Nonsochì. Al contrario dei tranquilli abitanti del villaggio lo scorbutico Grinch odia il Natale e tutto quello che riguarda la festa più tradizionale dell’anno. Durante la notte della Vigilia di Natale, il Grinch decide di eliminare questa festa una volta per tutte, rubando tutti i regali e le decorazioni agli abitanti di Nonsochì mentre dormono ignari. L’intervento di una dolcissima bambina, Cindy Lou, impedirà al Grinch di distruggere lo spirito natalizio e a far capire agli abitanti di Nonsochì il vero significato del Natale. Nel nostro riadattamento gli attori reciteranno assieme ai piccoli spettatori che saranno presi dal pubblico e con indosso un elemento del personaggio della favola giocheranno con gli attori a “fare teatro” e a essere “altro da sé” , i le maestre saranno co-protagoniste e in questo modo la favola si “animerà” e si colorerà assumendo sfumature diverse.

Gli attori 

Roberto Di Giulio, Piero Campilii, Paola D’Intino, Rossella Micolitti

Il servizio del Tg8

 

Sii il primo a commentare su "Pescara: la storia del Grinch che rubò il Natale diverte i bambini"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*