L’Aquila, sarà abbattuto l’ecomostro del cimitero monumentale

Costerà 250mila euro l’abbattimento di un edificio incompiuto nel cuore del cimitero monumentale dell’Aquila, un vecchio “ecomostro” tirato su 30 anni fa e mai completato.

L’opera avrebbe dovuto ospitare 2mila loculi e invece è diventato un esempio tutto aquilano di incompiute. Una presenza diventata costante agli occhi dei visitatori del cimitero dell’Aquila; e che ora l’amministrazione comunale ha deciso di abbattere.

L’edificio incompiuto all’interno del cimitero monumentale non sarà l’unico a essere abbattuto: nel mirino dell’amministrazione comunale ci sono anche altre opere deturpanti, palazzi mai portati a termine, come quello che svetta alla stazione, a ridosso delle mura urbiche e delle 99 cannelle, nella zona della Rivera, a imbruttire una delle parti più belle della città.

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, sarà abbattuto l’ecomostro del cimitero monumentale"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*