Honeywell: attesa per risposta 15 novembre

honeywell11

Mentre prosegue la mobilitazione dei 420 dipendenti della Honeywell di Atessa, si attende la riposta il prossimo 15 novembre dell’azienda. Le speranze del sindaco Borrelli.

I lavoratori, da oltre un mese, sono in sciopero e tra cortei, sit-in e incontri, vogliono tenere alta l’attenzione sulla loro difficile vertenza occupazionale. I 420 dipendenti si oppongono alla paventata volontà della multinazionale di delocalizzare la produzione in Slovacchia. Ciò, comporterebbe un durissimo colpo per l’occupazione in Val di Sangro anche per l’indotto: altri 400 lavoratori, infatti, sono interessati. I sindaci del territorio e la Regione stanno appoggiando la battaglia dei lavoratori. Il sindaco di Atessa, Giulio Borrelli, anticipa che il prossimo 15 novembre l’azienda dovrà fornire una risposta scritta sulla volontà o meno di restare in Val di Sangro, risposta che è stata chiesta dal ministro Calenda proprio alla multinazionale. Il primo cittadino auspica una soluzione indolore per le centinaia di lavoratori e famiglie coinvolte, da quasi due mesi senza stipendio.

Sii il primo a commentare su "Honeywell: attesa per risposta 15 novembre"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*