Famiglia Alanno, appello ai telespettatori per tenda o roulotte

famiglia-alanno1111

Appello per la famiglia di Alanno accampata in piazza Italia a Pescara, perché rimasta senza casa dichiarata inagibile: una tenda più grande o una roulotte, chi, tra i nostri telespettatori, mette a disposizione, temporaneamente, l’una o l’altra?

Non vogliono di certo l’elemosina, Alessandra Marsilii e suo marito Francesco Roberto Cucinotta che con i figli di 21, 19 e 15 anni, da quasi dieci giorni, vivono in una piccola tenda tra il Comune e la Prefettura di Pescara. Sperano solo di attirare l’attenzione sulla vicenda che li ha lasciati senza casa e senza lavoro. Continuano a chiedere un incontro al Prefetto di Pescara, ma non ce la fanno più a dormire in una tenda troppo piccola che causa problemi ulteriori alla schiena già provata di Francesco Roberto, a uno dei figli che soffre di asma, e a tutti gli altri componenti della famiglia. Alessandra ha spiegato che la loro situazione si è aggravata dal 2015: alla base di tutto, una condotta per lo scolo delle acque piovane, di proprietà del Comune di Alanno, che passa su un terreno della famiglia Cucinotta senza, tuttavia, la loro “autorizzazione”. Da lì una vera e propria odissea e la loro casa, di proprietà, dichiara inagibile. Ora la famiglia Cucinotta ha chiesto alla Protezione Civile una tenda più grande, visto che la loroabitazione di Alanno è interessata dal dissesto idrogeologico. Ma c’è da attendere. Per questo, visto che si è innescata una vera e propria gara di solidarietà tra i cittadini, c’è l’appello a chi possa e voglia fornire ad Alessandra, Francesco Roberto e ai suoi tre figli, di cui uno minore e uno che soffre di asma, una condizione di vita più agevole, per quanto possibile, in attesa di sviluppi. Chi voglia mettere a disposizione una tenda o una roulotte, può contattarci e noi vi metteremo in contatto con la famiglia Cucinotta. L’appello è al grande cuore dei telespettatori di Rete8: potete chiamarci allo 0871-58731 / 0871-5873212 o 213, oppure scriverci a [email protected] o [email protected], sulla nostra pagina Facebook. Siamo fiduciosi che una soluzione temporanea, verrà trovata grazie a voi. 

“Tutto inizia con un verbale dei Vigili del Fuoco – spiega Alessandra – che certifica un cedimento fondale di casa nostra, perché c’è un canale di scolo delle acque piovane del Comune di Alanno che attraversa il terreno pur senza la nostra cessione di servitù. Noi abbiamo fatto parecchi esposti, con il canale già mal messo. Nonostante i Vigili del Fuoco abbiano invitato il Comune di Alanno a fare lavori per la messa in sicurezza della zona, il sindaco ha girato a noi il verbale perché quei lavori li facessimo noi, lavori pubblici però, a quanto pare.”  E da lì una vicenda che si complica ancora per i Cucinotta e una vera e propria odissea. La famiglia Cucinotta ha perso, oltre alla casa, anche il lavoro, perché avevano intenzione di aprire una pizzeria proprio ad Alanno.

Leggi anche questo articolo per conoscere la vicenda della famiglia 

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Famiglia Alanno, appello ai telespettatori per tenda o roulotte"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*