E se la Terra fosse piatta? La bizzarra teoria incuriosisce anche gli Abruzzesi

Si definiscono Terrapiattisti e fanno parte di un movimento che crede la Terra essere piatta e non sferica e da lì una serie di motivazioni. Teoria per molti bizzarra ma che sta incuriosendo anche diversi Abruzzesi.

Ci rifacciamo al sito www.wired.it per conoscere meglio il cosiddetto “terrapiattismo” italiano di fine 2018. Una teoria considerata, come ovvio, da molti bizzarra ma che grazie a gruppi soprattutto social, ufficiali o meno, continua a fare proseliti o almeno a incuriosire. In particolare dopo i servizi della trasmissione Le Iene, c’è stato un boom di commenti tra il serio e il faceto e un interessamento, comunque, a ciò che dice questa teoria della terra piatta, in barba a Galileo, satelliti, viaggi nello spazio, studi scientifici, fisici, astronomi, leggi e secoli di storia. Anzi, c’è chi mette in dubbio persino tutto questo.

Anche tra gli Abruzzesi, si sta diffondendo se non altro curiosità, di fronte a questa originale (per usare un eufemismo) teoria. Naturalmente, tra i terrapiattisti, ci sono quelli più radicali, ortodossi, più fanatici e più moderati. Insomma varie sotto correnti di pensiero.

Ma, in sostanza, cosa dicono gli assertori della Terra piatta?

Da www.wired.it

Abbiamo raccolto in 10 punti i dogmi di base della dottrina. Senza discutere passo passo l’anti-scientificità di queste tesi, eccole raccolte in ordine, quasi a formare un ipotetico manifesto dei terrapiattisti. Se emergono contraddizioni e passaggi illogici, nessun problema, fa tutto parte della dottrina. Tra i dogmi ne omettiamo uno, ovvio e alla base di tutti gli altri: la regola zero, ossia che la Terra non somiglierebbe affatto a una sfera, ma a un cerchio.

1. Il Polo Nord al centro, Polo Sud tutto intorno
Ci hanno sempre fatto credere che il Polo Nord fosse un luogo magico, una parte del mondo da non esplorare e abitata da strane creature come gli elfi e Babbo Natale. Invece non sarebbe altro che il centro del mondo. Il Polo Sud non sarebbe un punto, ma una linea di confine che circonda e delimita tutte le terre conosciute. Intorno alla Terra circolare, secondo le strampalate teorie, si troverebbe una catena montuosa alta 400 chilometri e lunga 72mila, color smeraldo e popolata da guardiani che difendono i confini terrestri da oltre 2mila anni, nutrendosi dei frutti della terra. Oltre quei confini, molte altre terre ancora inesplorate.

2. Sbarchi lunari e missioni spaziali come messinscena
La menzogna sull’esplorazione spaziale è chiaramente totale: gli allunaggi della Nasa sarebbero un falso, e tutte le altre presunte sonde lanciate nello Spazio solo una favoletta. L’esplorazione spaziale, secondo i terrapiattisti, servirebbe unicamente per sostenere la teoria della Terra sferica, e anche gli astronauti sarebbero degli attori ben pagati per simulare missioni in orbita e divulgare scemenze.

3. Foto satellitari e mappamondi? Strumenti di propaganda
Le immagini (che ci dicono essere) raccolte dallo Spazio sarebbero in realtà grafiche realizzate al computer create ad hoc per convincerci che davvero viviamo su un pianeta sferico. Come ulteriore elemento di persuasione, dicono i terrapiattisti, nei negozi si trovano mappamondi che riproducono la falsa forma di cui ci vogliono convincere. Lo stesso varrebbe per i libri di scuola e gli atlanti: strumenti creati dal sistema per non farci conoscere la verità.

4. Tutta la storia da riscrivere, dai megaliti alle necropoli
La vera storia dell’umanità ci sarebbe stata nascosta, perché chi controlla il passato di fatto controlla il futuro. I megaliti non erano grandi come dimostrazione di imponenza, ma perché in un passato indefinito la Terra era abitata da giganti. Anche la Basilica di San Pietro in Vaticano e il Duomo di Milano, che hanno porte di ingresso enormi, sarebbero per chi crede nella Terra piatta, costruzioni dei giganti per i giganti. Tutta la storia nella sua versione accademica quindi rappresenterebbe solo una grande bugia, un grande inganno.

5. I dinosauri mai esistiti e l’evoluzione come falsa teoria
Le ossa che abbiamo ritrovato grazie agli scavi sono reali, ma non apparterrebbero ai dinosauri, secondo i terrapiattisti, bensì a quei giganti che abitavano sulla Terra prima di noi. Volete una fantasiosa prova che l’evoluzione non esiste? Ci dicono che ci siamo evoluti dai pesci: prendete un pesce vivo e mettetelo su un tavolo. Quanto tempo credete che impieghi il pesce per capire che gli servirebbero le gambe (come le abbiamo noi) per scappare e ritornare in acqua? Non ce la farebbe mai.

6. L’Australia non sarebbe dove ci dicono e l’effetto Pac-Man)
L’Oceania sia solo un continente fantasma frutto di un complotto ed esisterebbero piloti d’aereo che hanno confessato come stanno davvero le cose. Per vedere l’Australia, quella vera, basterebbe salire sulla cima di un monte in Norvegia, e la si potrebbe scorgere all’orizzonte. Riguardo alla presunta possibilità di circum-volare il globo andando sempre dritto in aereo, la spiegazione arriva dall’effetto Pac-Man: proprio come nel videogioco, quando si esce da una parte della mappa si rientrebbe dall’altra.

7. Il vero sapere del web e gli scienziati massoni
La rete secondo i terrapiattisti è l’unico mezzo affidabile di informazione, perché non è schiava della massoneria e del sistema. Quelli che vengono spacciati per grandi scienziati, invece, non avrebbero inventato o scoperto alcunché. Le formule matematiche sarebbero complicate proprio per fare in modo che le persone non capiscano e si fidino del sistema, non avendo la forza e le capacità per controbattere. Tutte le teorie di Einstein, ovviamente, sarebbero sbagliate. Curvatura terrestre e forza di gravità sarebbero solo invenzioni, delle scuse per tentare di giustificare le bugie.

8. La verità di tutte le teorie del complotto
Gli attentati dell’11 settembre non ci sarebbero mai stati, i terremoti sarebbero prodotti artificialmente, gli alieni si troverebbero tra noi, le scie chimiche sarebbero un modo per lobotomizzarci e andrebbero combattute “con dispositivi orgonici che spiralizzano l’etere”. Anche i vaccini rappresenterebbero solo un modo per farci del male, perché in generale non si può tentare di “sostituire l’anima con la scienza”.

9. Gli altri pianeti e i corpi celesti? Ologrammi
La Luna sarebbere un cerchio piatto appeso nel cielo, infatti nessuno di noi ha mai visto la sua altra faccia. Le eclissi si potrebbero spiegare, secondo loro, con un gioco di luci e ombre senza tirare in ballo orbite circolari o pianeti sferici, ma non si potrebbe escludere che una parte degli effetti di oscuramento sia dovuta a qualche post-produzione dell’immagine del cielo. Marte invece non esisterebbe affatto, e il nome Nasa non sarebbe altro che un richiamo a Satana, come suggerirebbe anche il colore rosso del logo che indica la lingua del serpente. Chi gestisce il complotto ama giocare con le lettere, dicono i terrapiattisti, e Satana diventa Nasa, ma anche Ansa: ecco come si smaschera il complotto dell’informazione.

10. I nove punti, anche se non sembra, rientrerebbero nel terrapiattismo
L’inganno della terra sferica servirebbe per farci sentire insignificanti e renderci schiavi. In realtà saremmo tutti controllati e gestiti da un sistema, una sorta di Matrix in cui sono artificiosamente inserite anche le piante e gli altri animali. Saremmo stati creati altrove e messi sulla Terra, e l’immenso complotto inizierebbe dalla forma del nostro pianeta ma si manifesterebbe in moltissime altre occasioni, che coincidono con tutti quegli esempi che vengono fatti passare per complottismi senza senso. Ma se si aprissero gli occhi, tutto acquisterebbe un altro significato. Noi gli occhi li abbiamo ben aperti, ma ci teniamo la nostra Terra sferica.

A questo punto la domanda sorge spontanea, il nostro bel pianeta blu che appare come una magica palla nello spazio si sarà bucata? O i terrapiattisti potrebbero avere una qualche ragione? Voi, terrestri su sfera o su Terra piatta… che ne pensate?

Di seguito il link del servizio de Le Iene che ha diviso gli stessi Terrapiattisti.

https://www.iene.mediaset.it/2018/news/terra-piatta-terrapiattisti-astronauta-umberto-guidoni_267690.shtml

 

1 Commento su "E se la Terra fosse piatta? La bizzarra teoria incuriosisce anche gli Abruzzesi"

  1. Io,per quanto mi riguarda,ci credo nella terra piatta.
    🌎 NO!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*