Cocaina sulla riviera, una denuncia e una licenza sospesa a Pescara

cane-poliziotto1

Nell’ambito del potenziamento della prevenzione e del controllo nelle zone della movida, la Polizia denuncia un cittadino senegalese e dispone la sospensione della licenza nelle ore notturne ad uno stabilimento balneare di Pescara.

Il senegalese è stato sorpreso mentre spacciava una dose di cocaina nei pressi di uno stabilimento balneare della riviera di Pescara. L’uomo è stato notato durante le attività di controllo attuate dal personale della Squadra Mobile e della Polizia Amministrativa, insieme alle Unità Cinofile. Si tratta di un 35enne già noto noto alle forze dell’ordine per precedenti reati in materia di sostanze stupefacenti. Gli agenti, confusi tra la folla, hanno assistito ad un repentino scambio di droga e di denaro. Successivamente, grazie anche al fiuto del pastore tedesco Ketty, dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, nell’abitazione del cittadino straniero sono stati rinvenuti 15 grammi di marijuana, già suddivisa in dosi. Nel contempo, esteso il controllo anche all’interno dello stabilimento balneare, è stata trovata della sostanza stupefacente nei pressi della pista da ballo: 7 grammi di hashish, più altri 15 grammi in altra area prossima allo stabilimento. Pertanto il Questore di Pescara, Francesco Misiti, ha adottato il provvedimento di sospensione delle licenze relativamente alle ore notturne.

Il provvedimento ha carattere preventivo e non sanzionatorio, ovvero ha natura di intervento cautelare, con finalità di prevenzione di fronte a dei pericoli che possono minacciare l’ordine e la sicurezza pubblica.

Sii il primo a commentare su "Cocaina sulla riviera, una denuncia e una licenza sospesa a Pescara"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*