Cardinale Sepe per Bicentenario Beato Nunzio

beato-nunzio11

Sarà il cardinale Crescenzio Sepe ad aprire i festeggiamenti per il bicentenario della nascita del Beato Nunzio Sulprizio.

L’arcivescovo di Napoli domani sarà nel paese del giovane e santo operaio nato a Pescosansonesco, in provincia di Pescara, il 13 aprile 1817, per la celebrazione eucaristica prevista alle 17.00.

“La presenza di sua Eminenza – afferma l’arcivescovo di Pescara-Penne, Monsignor Tommaso Valentinetti – è motivo di soddisfazione per la chiesa locale che si confronta, a volte troppo a bassa voce, con un Santo della nostra terra amato e venerato nella città partenopea. La chiesa di San Domenico a Soriano in piazza Dante, infatti, conserva gelosamente le spoglia mortali di Nunzio, dopo la riesumazione del suo corpo che era stato sepolto nella cappella San Giacomo del Maschio Angioino, simbolo della città”.

Negli ultimi anni della sua vita, infatti, il giovane Beato fu ospitato proprio nel capoluogo della Campania, da uno zio originario di Popoli, soldato dell’esercito borbonico, nella casa del generoso colonnello Wochinger, e fu, successivamente, ricoverato, nell’avanzare della sua patologia ossea, all’ ospedale degli incurabili a Napoli. Morì il 5 maggio 1836. Sottolineando che “la malattia del Beato ha paradossalmente rivelato l’amore ispirato di Nunzio Sulprizio”, l’arcivescovo auspica che “i nostri giovani imparassero da Nunzio il valore di una fede semplice e viva”. Non a caso all’iniziativa sono stati invitati tutti i giovani delle comunità parrocchiali, soprattutto quelli che hanno partecipato numerosi alla Giornata mondiale della gioventù di Cracovia, ad unirsi all’occasione per celebrare il Giubileo e per conoscere ancor più da vicino il beato di Pesco.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Cardinale Sepe per Bicentenario Beato Nunzio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*