Brividi svedesi al festival letterario Pescara a Luci Gialle

C’è anche Hanna Lindberg tra i primi ospiti i cui nomi sono stati svelati dall’organizzazione di Pescara a Luci Gialle, il festival della letteratura del brivido in programma nel capoluogo adriatico dal 2 al 5 maggio.

La seconda edizione della biennale pescarese porterà in città, tra gli altri, anche l’autore della trilogia del male, Roberto Costantini. La nuova stella del giallo scandinavo, la scrittrice e giornalista svedese Hanna Lindberg, sarà uno degli ospiti internazionali del festival, che si aprirà con le giornate di studi curate dall’Università Gabriel d’Annunzio Chieti Pescara, articolate in una serie di convegni sui temi, sui personaggi e sulla traduzione di gialli, polar, thriller e simili. Grandi nomi, autori di successo e relatori illustri compongono il mosaico del secondo appuntamento con la biennale del brivido, a Pescara dal 2 al 5 maggio 2019. In 4 giorni, 24 appuntamenti e più di 30 tra scrittori, operatori culturali, docenti universitari e relatori: un programma che punta a ripetere il successo del 2017, quando in città sono arrivati, tra gli altri, scrittori del calibro di Antonio Manzini, Wulf Dorn, Matteo Strukul e tanti altri. Pescara torna ad accendere le sue luci gialle su un genere che, oltre ad essere molto gradito dai lettori, esprime da sempre grandissimi talenti letterari.

Gli incontri con gli scrittori prenderanno il via nel pomeriggio del 3 maggio, alle 17, al Museo Vittoria Colonna, con una tavola rotonda sul tema “Gialli, thriller e noir nei festival letterari”.

La scrittrice giornalista svedese Hanna Lindberg, definita la nuova stella del thriller nordico, sarà protagonista di uno degli incontri di sabato 4 maggio, quello sul giallo scandinavo, passato in pochi anni da fenomeno di moda a classico del genere. A seguire, Pescara a Luci Gialle 2019 accoglierà Roberto Costantini, vincitore del prestigioso Premio Scerbanenco come migliore opera prima e autore della trilogia del male.

“Siamo felici e orgogliosi di avercela fatta anche questa volta. – ha dichiarato il presidente del comitato direttivo di Pescara a Luci Gialle, l’avvocato Carmine Ciofani – Dopo avere trascorso tanti pomeriggi invernali a individuare gli argomenti portanti e gli ospiti più adeguati, possiamo dire che abbiamo messo in piedi una manifestazione culturale di grande prestigio. Pescara a Luci Gialle porta in Abruzzo alcuni degli autori più significativi nel panorama noir, giallo, thriller, polar e simili: un’occasione imperdibile per gli amanti del brivido e per chi voglia scoprire un genere letterario che sa riservare grandi sorprese”.

Fondamentale l’apporto dell’Università Gabriele d’Annunzio di Chieti-Pescara, che la mattina del 2 maggio ospiterà l’inaugurazione della rassegna, seguita da due mattinate di studi con docenti autorevoli, relatori internazionali e la partecipazione attenta degli studenti. Successivamente, nei pomeriggi dal 2 al 5 maggio, sarà ancora una volta il Museo Vittoria Colonna, nel cuore della città, ad accogliere gli incontri con gli scrittori e con gli altri ospiti della manifestazione. A Pescara a Luci Gialle 2019 si parlerà del fascino del male, di servizi segreti e terrorismo internazionale, di sceneggiati storici e di grandi investigatori; ogni incontro avrà uno o più protagonisti, scelti accuratamente dal comitato direttivo. Anche per l’edizione 2019 i dirigenti scolastici e i docenti referenti hanno contribuito al progetto promuovendo incontri con gli autori durante l’anno scolastico, attivando laboratori di scrittura e infine realizzando l’esibizione finale dei ragazzi, prevista per la mattina del 10 maggio, sempre al Museo Vittoria Colonna.

Pescara a Luci Gialle è promosso da Rotary Club Pescara Nord e associazione Numero Zero. La manifestazione è sostenuta dal Comune di Pescara e da alcuni sponsor privati.

Hanna Lindberg è nata nel 1981 e vive a Stoccolma. È una giornalista di costume che lavora soprattutto sul web ed è considerata la nuova star del giallo scandinavo. Stockholm Confidential, il suo romanzo d’esordio, uscito in Italia con Longanesi, nel 2017 è arrivato in cima alle classifiche svedesi ed è stato pubblicato in oltre 10 paesi. Hanna Lindberg ha pubblicato da poco Il gusto di uccidere, un thriller che indaga ombre e retroscena del mondo dell’alta cucina, tra successi brillanti e competizione feroce.

Roberto Costantini, nato a Tripoli nel 1952, è ingegnere e docente della Luiss Guido Carli di Roma. Nel 2011 conquista la scena editoriale con Tu sei il male: il suo commissario Michele Balistreri diventa un caso internazionale e vince il prestigioso Premio Scerbanenco come migliore opera prima. Seguono gli altri volumi della sua notissima Trilogia del male: Alle radici del male (2012) e Il male non dimentica (2014), tutti pubblicati da Marsilio. Alla Trilogia del male fanno seguito altre due ultime uscite, La moglie perfetta
(2016) e Ballando nel buio (2017).

 

   Roberto Costantini

Sii il primo a commentare su "Brividi svedesi al festival letterario Pescara a Luci Gialle"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*