Asse Attrezzato e code: lavori perché non di notte?

asse-attrezzato-code-lavori1

Code sotto il sole per i lavori di rifacimento dell’asfalto sull’Asse Attrezzato, polemiche tra gli automobilisti che si chiedono: “Perché non si opera di notte?”.

Ben vengano i lavori di manutenzione dell’Asse Attrezzato Chieti-Pescara, ma gli automobilisti, soprattutto i pendolari che ogni giorno si trovano a percorrere per lavoro questa importante arteria, si ritrovano imbottigliati in code a volte chilometriche, sotto il sole, al caldo e con la reale possibilità di tamponamenti. L’interrogativo di molti è unanime: “Perché i lavori di rifacimento dell’asfalto e di manutenzione dell’arteria non vengono effettuati, almeno in parte, di notte?”. Si eviterebbero code snervanti e infinite, soprattutto si garantirebbe la sicurezza non solo degli automobilisti, visto gli incidenti che si sono verificati nei mesi scorsi, ma si tutelerebbe anche l’incolumità degli stessi operai che lavorano sulla principale strada di collegamento dell’area metropolitana Chieti-Pescara.

Gli interventi, partiti a giugno, rientrano nell’ambito dell’operazione “#bastabuche sulle strade“, con la quale Anas ha avviato un vasto progetto di manutenzione straordinaria della rete stradale di competenza sull’intero territorio nazionale, per un investimento di 300 milioni di euro in tre anni, di cui 15 milioni in Abruzzo. Anche stavolta, però, non si lavora nelle sole ore notturne, con ripercussioni su traffico e pazienza degli automobilisti, soprattutto pendolari. Con il caldo, la pazienza degli utenti che ogni giorno percorrono l’Asse Attrezzato è nuovamente messa alla prova. Il mega-cantiere dell’Anas per i lavori di asfaltatura, riguarda anche la circonvallazione di Pescara, la Teramo-mare e la fondovalle Sangro. C’è da sottolineare, inoltre, che sulla Teramo-mare i lavori vengono effettuati anche nelle ore notturne.

Sull’Asse Attrezzato, dove già è chiuso in uscita verso la città lo svincolo delle Torri Camuzzi, il cantiere in movimento comporterà almeno fino al 21 luglio temporanei scambi di carreggiata e limite di velocità a 50 km orari, come si legge nell’ordinanza che pubblichiamo in questo articolo. Anche per questo mese si prevedono rallentamenti e disagi per chi viaggia sull’Asse Attrezzato. Nemmeno stavolta è stata presa in considerazione la scelta di effettuare i lavori nelle sole ore notturne come avviene non solo negli altri Paesi europei, ma anche sulle grandi arterie in Italia: una richiesta che gli automobilisti hanno più volte espresso, soprattutto all’indomani dei gravissimi incidenti avvenuti sull’Asse Attrezzato in prossimità dei cantieri. Tenendo conto, come si diceva, che sulla Teramo-mare si lavora anche di notte.

Anas fa sapere, intanto, che l’evoluzione del traffico è consultabile in tempo reale sul sito www.stradeanas.it oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all’applicazione “VAI Anas Plus”, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. L’Anas ricorda inoltre che il servizio clienti “Pronto Anas” è raggiungibile chiamando il nuovo numero verde gratuito 800 841 148.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Asse Attrezzato e code: lavori perché non di notte?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*