L’Aquila: si aggrava dopo incidente, muore in ospedale

ambulanzaambulanza

E’ deceduto all’ospedale di L’Aquila, in seguito a un incidente sulla A/24, Mariano Ciarrocchi, padre di Alessandro, assessore all’ambiente del Comune di Fermo.

Il decesso è avvenuto all’ospedale di L’Aquila dove l’uomo era stato ricoverato, in via precauzionale, in seguito delle conseguenze non gravi di un incidente avvenuto, ieri mattina, sull’autostrada A/24. L’uomo stava accompagnando in auto il figlio Alessandro a Roma, dove l’assessore doveva partecipare a un convegno nazionale. L’auto di Alessando Ciarrocchi è stata coinvolta in un incidente che sembrava, inizialmente, di modesta entità per entrambi. I medici  dell’ospedale di L’Aquila avevano deciso, comunque, di trattenere il padre per la notte a scopo precauzionale, tanto che l’assessore era rientrato nelle Marche, a Fermo, per poi tornare, a L’Aquila, il giorno dopo con i familiari. In serata, invece, l’aggravarsi delle condizioni che ha portato alla morte di Mariano Ciarrocchi. Il sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro, si è subito recato a portare conforto al componente della sua giunta e amico personale.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: si aggrava dopo incidente, muore in ospedale"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*