Chieti: inquilini Ater, fogna a cielo aperto davanti al portone

fogna-chieti-ater

Chieti: i residenti di una palazzina Ater di via Pescara costretti a vivere davanti a una fogna a cielo aperto e a calpestarne il contenuto ogni volta che rientrano o escono da casa.

Dicono che pestarla porti fortuna, ma quando è troppo… meglio ironizzarci su. Accade ai 12 inquilini della palazzina Ater al numero 160 di via Pescara, a Chieti Scalo. Puntualmente, ogni due mesi, si ripropone il problema delle fogne a cielo aperto, costretti a camminare su un tappeto di feci proprio davanti all’ingresso di casa. La signora Nadia si fa portavoce degli altri residenti ribadendo che più volte hanno sollecitato l’Ater e l’Aca ma che nulla è stato fatto.

“Ogni due mesi, a spese nostre, da un anno ormai, provvediamo allo spurgo. Ma due mesi dopo si ripropone il problema ed ecco la situazione, costretti a pestare feci e altra sporcizia perché le abbiamo proprio davanti al portone. E menomale che è inverno, altrimenti con il caldo la situazione sarebbe ancora peggiore.”

Insomma gli inquilini della palazzina Ater al numero 160 “ci sentiamo proprio nella, ehm…, ci siamo capiti.” Speriamo che le istituzioni si muovano per una situazione divenuta insostenibile.

Sii il primo a commentare su "Chieti: inquilini Ater, fogna a cielo aperto davanti al portone"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*