ISA: la stagione dei concerti

La stagione dei concerti dell’ISA 2016-2017 porta in scena il grande repertorio storico per orchestra sinfonica: oltre 30 i compositori in programma.

Un programma ad ampio raggio dal Barocco ai grandi del Classicismo, dal Romanticismo al Novecento storico, da Bach a Britten, oltre 30 gli autori in programma, un patrimonio di straordinaria varietà e ricchezza che parla di noi, della nostra Cultura, della nostra Storia”.

Così il direttore artistico Luisa Prayer presenta la nuova stagione dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese, una stagione composta nel segno della continuità, rispetto a temi e presenze della stagione precedente, e dell’ampliamento del repertorio dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese, in modo tale che ogni concerto offra al pubblico un motivo speciale di interesse, e spunti di novità e approfondimento al tempo stesso.

Ventuno gli appuntamenti della 42ª stagione aquilana dell’Isa, dal 22 ottobre 2016 al 22 aprile 2017: accanto al repertorio più amato e noto, brani di Saint–Saëns, Busoni, Schoenberg, Respighi, Casella, Ibert, Poulenc, come di C. Ph. E.Bach e Kraus, del tutto nuovi per i programmi dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese. E per riprendere il fil-rouge dei temi avviati nella stagione precedente, in cartellone un ultimo concerto del Ciclo Busoni con Carlo Grante (26 novembre), il terzo appuntamento del Ciclo Brahms (3 dicembre) con la III Sinfonia e il Secondo Concerto,  la serie dei Grandi Concerti Romantici con le monumentali pagine di Saint- Saëns per violoncello, di Chopin per pianoforte, di Mendelssohn per violino, gli approfondimenti delle Lezioni- Concerto, incluso l’appuntamento per il Giorno della memoria (28 gennaio), un nuovo appuntamento della serie Sudamerica classica (5 novembre) e da gennaio una sfida nuova per la nostra orchestra: quella di percorrere, sotto la guida di musicisti specialisti del repertorio antico e barocco, un nuovo itinerario esecutivo per le opere di Bach e figli, di Händel, di Mozart e Beethoven (appuntamenti del 21 gennaio, 11 marzo, 22 aprile). Anche quest’anno poi, una produzione dedicata ai giovanissimi e alle famiglie per la serie Tutti a teatro!: il 25 febbraio, a Carnevale, un classico che bambino o ragazzo deve poter conoscere, Pierino e il lupo, nella straordinaria versione scenica di Bustric, attore, illusionista, figlio della grande tradizione del circo francese, che in un pirotecnico gioco di travestimenti recita tutte le parti e racconta in modo indimenticabile la bella favola musicale di Prokofiev.

Una data molto significativa sarà quella del 23 dicembre 2016: ad un anno dalla sua scomparsa, il maestro Vittorio Antonellini sarà ricordato in un concerto di musica sacra realizzato in collaborazione con la Corale Verdi di Teramo e la Corale 99 dell’Aquila. Tanti i nomi di spicco del concertismo internazionale saliranno sul palcoscenico dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese: accanto a giovani stelle come la violoncellista austriaca Julia Hagen, neo- vincitrice del I Premio Internazionale Mazzacurati di Torino, la violinista coreana Suoyen Kim, la violista cinese Ziyu Shen, il soprano Carolina Varela Estrella, e musicisti ben noti e affermati come i pianisti Carlo Grante, Maurizio Baglini e Antonio Ballista, il violoncellista Luigi Piovano, i clavicembalisti Luca Gugliemi e Andrea Coen, il cornista Jonathan Williams, il clarinettista Alessandro Carbonare, il violinista Ettore Pellegrino, il chitarrista Marco Salcito, il soprano Lorna Windsor e il tenore Luciano Ganci. Per i direttori ospiti della stagione, si riconfermano nel loro fondamentale ruolo il Maestro Ulrich Windfuhr, direttore principale, e il trentenne Sesto Quatrini, direttore principale ospite. Sul podio dell’OSA, oltre a loro, Marcello Bufalini, Luigi Piovano Giampaolo Pretto, Alessandro Cadario, e, per la prima volta, Alexander Mayer, Luca Guglielmi, Valentino Corvino e Federico Maria Sardelli, che dirigerà il concerto di chiusura della stagione il 22 aprile.

La campagna abbonamenti comincerà il 14 ottobre e andrà avanti fino al 27 ottobre. Il titolo, che garantisce l’ingresso ai 21 concerti in programma, ha un costo di 100 euro; 80 euro il ridotto per le famiglie e 50 euro è il prezzo per l’abbonamento speciale dedicato ai minori di 26 anni e agli studenti. L’Isa si è inoltre accreditata come ente partner del progetto nazionale 18APP: i giovani che nel 2016 hanno compiuto 18 anni potranno così acquistare un abbonamento alla quarantaduesima stagione concertistica Isa con una piccola parte del fondo messo loro a disposizione dallo Stato, seguendo le procedure indicate nel sito www.18app.italia.it.

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "ISA: la stagione dei concerti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*