Teramo: Wwf su pista ciclabile e taglio piante lungo la ferrovia

wwf

Teramo: il Wwf chiede un confronto pubblico con le amministrazioni comunali per capire se può essere evitato il taglio di 50 alberi, previsto lungo il tracciato ferroviario.

La richiesta di confronto è stata trasmessa con una lettera alle amministrazioni comunali di Pineto e Silvi e all’area marina protetta Torre di Cerrano, anche in merito al progetto del completamento della pista ciclabile che attraverserà i due comuni e il parco marino.

Nella lettera si legge: “Il fatto che un ulteriore tassello si aggiunga alla pista ciclabile lungo la costa regionale è sicuramente una bellissima notizia. Le piste ciclabili, infatti, sono delle opere fondamentali sia dal punto di vista dell’offerta turistica, sia da quello della mobilità sostenibile in generale.
È importante che il progetto della pista ciclabile a Pineto e Silvi, proprio perché va ad interessare un territorio naturalisticamente importante come quello limitrofo o interno all’area marina protetta Torre del Cerrano, sia estremamente attento alle questioni ambientali. Oltretutto l’area del parco marino è ricompreso in un sito di interesse comunitario che fa parte della Rete Natura2000, voluta dai paesi dell’Unione Europea proprio per tutelare e valorizzare la biodiversità del nostro continente. Per questo il WWF ha richiesto ai due Comuni di organizzare un incontro pubblico per illustrare il progetto e raccogliere eventuali suggerimenti da parte di cittadini e associazioni”.

Nella stessa lettera il WWF chiede al Comune di Pineto di fare chiarezza sull’intervento relativo al taglio di circa 50 piante, previsto lungo il tracciato ferroviario. Gli ambientalisti chiedono se siano possibili interventi alternativi per la messa in sicurezza e se sia stata programmata la ripiantumazione di nuove piante, nel rispetto delle distanze fissate dalla legge. Il WWF auspica inoltre che su tutta la gestione della pineta si avvii un confronto sulla gestione del verde e sull’occupazione di porzioni della pineta stessa durante la stagione balneare.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Teramo: Wwf su pista ciclabile e taglio piante lungo la ferrovia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*